ANASTACIA: EVOLUTION è un titolo che manifesta la mia crescita, come donna e artista

Un tour Europeo nel 2018

Con oltre 30 milioni di album venduti in tutto il mondo, Anastacia (cantautrice, compositrice, produttrice discografica, filantropa e stilista statunitense), voce particolarissima e graffiante del panorama musicale internazionale, ritorna sul mercato discografico con il suo settimo album Evolution, e annuncia un tour Europeo per il 2018. Il cd registrato a Stoccolma da Anders Bagge (il produttore di Celine Dion, Janet Jackson, Madonna; ndr), alterna brani orecchiabili e pop a emozionanti ballate e rappresenta la trasformazione dell’artista, anche alla luce dei recenti fatti di salute.

Sono molto più forte, più consapevole e saggia, sono diversa, ma indubbiamente migliore. Mi avevano suggerito di intitolarlo ‘Stamina’, proprio come una delle dodici tracce contenute nel disco, ma ho preferito evitare. Mi sembrava troppo ‘clinico’, sapeva di malattia e sarebbe stato davvero pesante, per un disco. Al contrario ‘Evolution’ rappresenta il mio essere cresciuta, come donna e come artista

Un lavoro dirompente, positivo…

Assolutamente sì. E’ stato scritto e registrato nel mezzo di un tour mondiale di 200 date, ho cominciato a scrivere a fine marzo e ho finito di registrare le voci il 10 di agosto. Per terminarlo più velocemente non ho registrato però tutti gli abbellimenti vocali che avrei voluto, ma prometto di rifarmi in concerto. Canto la positività anche perché questo progetto arriva dopo ‘Resurrection’, disco che, appena affrontato il periodo del cancro, mi aveva permesso di risolvere molte fragilità. Sono cresciuta ma i suoni e i messaggi sono gli stessi degli album precedenti. Questa è la musica che amo proporre e che i miei fan amano di più. La mia gioia di vivere? Credo sia racchiusa in molte tracce di questo nuovo lavoro, una tra tutte ‘Boxer’. Non credo nella paura: blocca la vita, e io voglio vivere per trasmettere gioia agli altri

Il 14 ottobre ti vedremo duettare con il ‘nostro’ Umberto Tozzi, all’Arena di Verona?

Purtroppo no. Mi sarebbe piaciuto moltissimo, ma non potrò per via degli impegni promozionali. Sono felicissima che sia nuovamente in forma (dopo il ricovero e l’’intervento urgente all’appendice; ndr) e gli auguro una festa meravigliosa

Ti piace duettare con i nostri artisti!

Molto. Quello con il grande Pavarotti è stato il primo e non lo dimenticherò mai. E poi c’è stata l ‘esperienza meravigliosa con Eros Ramazzotti e poi con Francesco Gabbani, a Carpi, nell’estate 2016. Ero certa sarebbe diventato una star e mi piacerebbe lavorare in studio con lui

Chiudiamo con una domanda che nulla ha a che fare, con la musica. Parliamo di Trump.

Lo odio. Punto. Non credo in nulla di ciò che rappresenta. E’ una barzelletta, è imbarazzante e sta ricevendo fin troppa attenzione dai media. Noi americani non siamo così, la maggior parte di noi ha votato per Hillary. L’unica cosa buona che si potrebbe fare per migliorare il mondo, potrebbe essere farlo cadere

La nuova tournée di Anastacia passerà in Italia a maggio, canterà a Brescia (Gran Teatro Morato, 6/5), Roma (Auditorium Parco della Musica, 7/5), Bologna (Teatro Europauditorium, 9/5) e Milano (Teatro Ciak, 10/5).


VEDI ANCHE…

 

[amazon_link asins=’B07487CYSV,B0001HKV9M,B000BHN7D4,B0129YBRA6,B06Y617RLT,B009F91Y2U,B00J2ES0JS,B0062EKXEG,B00007DWLG’ template=’ProductCarousel’ store=’msocialmagazi-21′ marketplace=’IT’ link_id=’3e3e79ac-aeb3-11e7-9821-31f536c033be’]

Sonja Annibaldi

Sonja Annibaldi – Giornalista e speaker dal 1993, si occupa da sempre di musica e spettacolo e collabora con importanti testate nazionali. Ama il rock, il sushi, la storia dell’arte e i cani. Vive con Blanco, il suo inseparabile Cavalier King.

2 pensieri riguardo “ANASTACIA: EVOLUTION è un titolo che manifesta la mia crescita, come donna e artista

I commenti sono chiusi