Il Poker di ANASTACIA: Forza, Carattere, Cuore e Voce | La piccola donna bianca, con la voce da nera!

In attesa di vederla Domenica 12 Novembre a Che Tempo Che Fa su Rai1 in prima serata e il 18 Novembre a Prodigi sempre su Rai1 vi proponiamo uno Special su ANASTACIA pubblicato sul n°2 di M Social Magazine realizzato in collaborazione con i 2 Fan Club Italiani e scritti da Carlotta D’Agostino e Luana Grandi, che hanno fornito anche immagini inedite.


anastaciaLa piccola donna bianca, con la voce da nera: così è sempre stata chiamata Anastacia, una delle cantanti più importanti del panorama internazionale degli ultimi 15 anni, con circa 85 milioni di dischi venduti e 226 dischi d’oro e di platino vinti. Ha avuto sin da subito molto successo in Europa, Asia, Oceania, Sud America e Africa, mentre non è mai esplosa del tutto negli Stati Uniti, nonostante sia di Chicago e sia stata scoperta proprio nel suo Paese. In questo speciale, realizzato anche grazie al prezioso contributo dei suoi due fanclub italiani –L’Anastacia Fanclub Italia e l’Anastacia Ankh&Wings Fanclubripercorreremo le principali tappe della sua carriera, vi sveleremo qualcosa e vi mostreremo delle immagini del tutto inedite.

Ripercorriamo la storia…

Anastacia appare per la prima volta in televisione nel 1999, vincendo un talent show americano intitolato “Mtv The Cut”. Una voce sorprendente, potente, calda, che lascia senza parole persino Elton John e Michael Jackson, che le telefona la sera stessa per complimentarsi.

Nel 2000 inizia effettivamente la sua carriera artistica: pubblica l’album “Not that Kind” e spopola nelle radio di tutto il mondo sia con il singolo omonimo, ma soprattutto con il primo estratto, “I’m outta love”.

Nel 2002 pubblica il suo secondo disco di inediti, “Freak of Nature”, contenente delle vere hit internazionali come “Paid My Dues”, “One Day in Your Life” e “Why’d You Lie to Me”.

Nello stesso anno viene scelta per aprire i Mondiali di calcio in Corea del sud e Giappone, con la sigla “Boom”.

Nel 2003 la terribile scoperta di essere stata colpita da un cancro al seno sinistro che subito è trapelata ed in poco tempo ha fatto il giro del mondo.

La Malattia…

La cantante è stata costretta ad assentarsi dal panorama musicale per sottoporsi alle cure ed ha sempre sostenuto di volerne parlare per contribuire ad aumentare la consapevolezza nelle donne, per incoraggiare alla prevenzione ed ha addirittura fondato un’associazione con il suo nome “The Anastacia Fund

Nonostante la malattia, Anastacia decide di registrare la colonna sonora del film “Chicago”, intitolata “Love Is a Crime”. Fisicamente molto provata dai pesanti cicli di radioterapia che stava affrontando, riesce persino a girare il video un sola settimana prima dell’intervento al seno. Il video, però, non verrà mai pubblicato, per rispetto all’artista e alla difficile situazione che stava affrontando. La situazione risulta aggravarsi poi nel giro di pochissimi giorni e viene operata d’urgenza il 10 febbraio 2003, con un intervento di oltre 7 ore. Le cure ovviamente la porteranno anche ad un indebolimento delle corde vocali, tanto da non permetterle di registrare nuove canzoni per diverso tempo.

Il Ritorno…

La sua forza d’animo, la sua tenacia, la sua voglia di vivere e di ricominciare, però, non le lasciano scampo e così, nel mese di settembre, si trasferisce a Los Angeles dove inizia a dar vita al sul terzo album, intitolato semplicemente “Anastacia”, probabilmente il più bello ed importante della sua carriera. Il disco contiene due tracce in memoria della malattia, “Where Do I Belong” e “Heavy on My Heart”, registrata poi in lingua francese, ma anche una serie di successi internazionali come “Left Outside Alone”, “Sick and Tired” e “Welcome to my Truth”.

Il 2004 è quindi l’anno del suo ritorno: il disco viene pubblicato il 29 marzo e si posiziona al primo posto delle classifiche mondiali vendendo 6 milioni di copie solamente nei primi nove mesi d’uscita. Numero uno in Germania, Spagna, Svizzera, Polonia, Australia, Austria, Belgio, Danimarca, Paesi Bassi, Norvegia, Svezia, Regno Unito ed in altri paesi europei.

Quest’album sancisce la nascita di un nuovo stile musicale che riassume il suo genere e che la stessa Anastacia chiamerà SPROCK, un mix cioè tra soul, pop e rock.

Il primo singolo estratto è “Left Outside Alone”, in vetta alle classifiche in Italia, Australia, Austria, Finlandia, Spagna e Svizzera per ben 15 settimane e 323 settimane in altre posizioni.

Nel giugno 2004 i brani dell’artista risultano i più venduti durante la prima settimana di attività dello store iTunes, fresco di lancio dalla Apple a livello mondiale, mentre il 25 settembre 2004 parte da Rotterdam il tour promozionale, il “Live at Last Tour” che la terrà impegnata sino al 6 aprile 2005.

Considerato l’enorme successo, il tour viene prolungato di svariati mesi, arrivando sino al 14 agosto 2005 (la seconda parte prenderà il nome di Encore Tour), vendendo complessivamente in tutta Europa oltre 800.000 biglietti.

A novembre pubblica la sua prima raccolta intitolata “Pieces of a Dream“, in cui sono presenti tutti i suoi successi più quattro inediti, tra cui l’omonima canzone, un duetto con Eros Ramazzotti, “I Belong to You” ed uno con Ben Moody dal titolo “Everything Burns”, colonna sonora del film “I Fantastici Quattro”.

Il 2007 è un anno significativo per lei: scopre di essere affetta da tachicardia sopraventricolare – che le aveva causato diversi svenimenti dietro le quinte dei suoi spettacoli – ma decide di non operarsi e sottoporsi a vita ad un trattamento per monitorare la malattia. E’ anche significativo, però, perché si sposa con Wayne Newton, sua guardia del corpo, con il quale divorzierà nel 2010.

Nel 2008 uscirà un nuovo album intitolato “Heavy rotation” ma il riscontro di pubblico e di vendite sarà piuttosto scarso. Cionostante, l’anno seguente girerà l’Europa con un tour ottenendo un grandissimo successo e vendendo in 35 date oltre 250 000 biglietti. Nonostante il riscontro pressoché ininfluente sul mercato musicale, l’album viene invece apprezzato dal pubblico ed eletto dai lettori di Billboard il decimo miglior album del 2008.

I Duetti…

Non tutti ricordano poi che nel 2009 Anastacia ha anche duettato con i Ben’s Brother nel singolo “Stalemate” ed ha portato nei teatri di tutto il Regno Unito un musical chiamato “Here Come the Girls”, in cui si è esibita insieme a Lulu e Chaka Khan. Un viaggio nel tempo, attraverso il quale le tre donne hanno interpretato tantissime vecchie canzoni loro e di altri artisti celebri in tutto il mondo, fino ad arrivare a pezzi più recenti come “Single ladies” di Beyoncè.

E’ senza dubbio una cantante che ama duettare, anche con colleghi non molto famosi… almeno nel nostro paese! E così, nel 2010 incide “Safety”, con l’artista russo Dima Bilan, ma anche “Burning star” con la cantante belga Natalia, con la quale farà poi una serie di spettacoli ad Anversa, riscuotendo un discreto successo.

Le Sfide…

Anastacia non si ferma mai, ama le novità, ama sperimentare, mettersi alla prova e vincere le sfide. A tal proposito nel 2012 firma un contratto con la BMG Rights Management e nel mese di novembre pubblica un album di cover rock maschili: l’album si intitola “It’s a man’s world”, in cui interpreta brani come “One” degli U2, “Back in black” degli ACDC o “Sweet Child O’ Mine” dei Guns N’ Roses. Il tour previsto per la promozione del disco, però, viene improvvisamente bloccato prima ancora del suo inizio.

La Malattia…Atto II

A febbraio 2013, infatti, la cantante comunica personalmente attraverso il suo sito di dover annullare tutti i suoi impegni, a causa di un secondo tumore al seno, questa volta destro.

Purtroppo la seconda malattia è ancor più pesante della prima, ma Anastacia è una combattente e non si arrende di fronte ad un qualcosa che poteva – stavolta – sembrare davvero più grande di lei. Subisce un delicatissimo intervento di mastectomia durato 10 ore e una lunga riabilitazione, che però la porteranno a sconfiggere il cancro ancora una volta.

Il 20 luglio dello stesso anno fa sapere al mondo intero che ce l’ha fatta, che è guarita e che è pronta a tornare sulle scene con nuove canzoni e nuovi progetti.

 

 

Resurrection…

Non si fa attendere moltissimo ed infatti nel 2014 pubblica un nuovo lavoro composto da brani inediti, intitolato non a caso “Resurrection” ed anticipato dal singolo “Stupid Little Things”, che pubblico e critica accolgono positivamente.

Il disco è ricco, più consapevole, più maturo e profondo nella sua complessità: Anastacia emerge anche come autrice, con i suoi dolori, le sue paure e le sue debolezze, in un insieme di melodie e parole che toccano e fanno emozionare l’ascoltatore più di ogni altra volta.

A questo suo album segue un lunghissimo tour, che tocca tutti i paesi europei.

Arriva un nuovo Greatest hits dal nome “Ultimate collection”, che raccoglie i maggiori successi della piccola donna dalla grande voce ed una tournée mondiale.

All’inizio dello scorso anno Anastacia si è sottoposta ad altri interventi al seno per concludere la problematica del tumore che, speriamo, possa essere davvero sparito per sempre!

 

 

LO SAPEVI CHE….
  • Anastacia ha sempre indossato occhiali da sole colorati perché affetta da una grave miopia: tutti i suoi occhiali, infatti, sono graduati ed ha sostenuto l’intervento agli occhi nel 2006;
  • La voce di Anastacia è considerata una delle più potenti al mondo, paragonata ad artisti come Tina Turner e Aretha Franklin;
  • La sua estensione vocale è ancora da identificare: per quanto possa sembrare soprano, la sua capacità di toccare anche note molto basse mette tutto in discussione!
  • Ha una cicatrice di 27 cm sulla pancia, a causa di un intervento per la malattia di Crohn, che l’ha colpita da ragazzina, anche se ormai le cicatrici sul suo corpo sono aumentate notevolmente!
  • Un’immagine spesso accostata ad Anastacia è quella della croce Ankh, antico simbolo sacro egiziano che simboleggia la vita e che la cantante ha tatuata sulla schiena;
  • È cresciuta senza padre, che ha abbandonato la famiglia quando lei era ancora piccolina e con il quale non ha mai voluto riprendere i rapporti.
  • In carriera, oltre ai nomi già citati, ha anche collaborato con artisti del calibro di Pavarotti, Celine Dion, Madonna, Elton John, Paul McCartney, Jamiroquai, Cher, Shakira, U2, Queen, Gigi D’Alessio.
  • Prima di dedicarsi alla musica ha lavorato come parrucchiera, commessa, insegnante di aerobica, cassiera, cameriera e segretaria.
ANASTACIA e il suo “Mondo Social”

Anastacia è estremamente social ed è presente su Facebook con oltre 480mila Fan; su Instagram con oltre 103mila Followers, su Twitter con oltre 95mila. E’ estremamente attiva anche su Snapchat… ma visto che non le bastava ha creato un’App tutta sua che si chiama “Anastacia”!

Tramite i social tiene costantemente informata la sua “Fanily” – parola che deriva dall’unione delle due parole “Fan” e “Family”– sui suoi spostamenti, viaggi, vacanze e posta foto di lei con la sua amata sorella Shawn, con i suoi due cani e i suoi amici. Non fa mai mancare una sua foto prima di salire sul palco anche con il suo fantastico A-team (così chiama il suo staff).

Sulla sua App in ogni data del tour c’è la possibilità di votare, tra quattro canzoni, quella che si vorrebbe ascoltare dal vivo e poi la più votata viene eseguita durante il concerto!

E’ proprio dalla scelta di queste canzoni che è nato il cd “a4app live” che si trova anche in versione vinile, che volendo si può acquistare autografato su Pledegemusic.

Anastacia crea un legame con i propri fan anche proponendo l’ hashtag #AskAnastacia su Twitter che crea l’opportunità di fare domande a cui lei risponde attraverso un video o con una diretta periscope.

 

 


ISCRIVITI alle NewsLetter per non perdere le nostre novità e iniziative!

 

Un pensiero riguardo “Il Poker di ANASTACIA: Forza, Carattere, Cuore e Voce | La piccola donna bianca, con la voce da nera!

I commenti sono chiusi