Gianluigi Nuzzi a VERISSIMO “Ho la testimonianza di un altro ragazzino che ha subito abusi da parte di un importante vescovo” | Anticipazione | 11 Novembre

Come ormai da qualche settima Silvia Toffanin nel suo rotocalco VERISSIMO fa parlare di se, infatti anche questa settimana grandi dichiarazioni nella puntata di domani Sabato 11 Novembre alle ore 16.10 su Canale5.

Tra gli ospiti GIANLUIGI NUZZI, proprio ieri 9 novembre, è uscito nelle librerie il suo nuovo libro sui misteri e gli scandali in Vaticano: “Peccato originale”.

Dopo tre grandi inchieste che hanno introdotto i lettori nelle stanze e nei segreti più profondi del Vaticano, in questo nuovo libro che sta già facendo parlare tutti i giornali, il giornalista ricompone, attraverso documenti inediti, carte riservate dell’archivio Ior e testimonianze sorprendenti, i tre fili rossi – sangue, soldi e sesso – che collegano e spiegano la fitta trama di scandali, dal pontificato di Paolo VI fino a oggi.

Ecco le sue dichiarazioni…

“Un cronista come sono e sarò sempre deve fare il suo lavoro che è quello di non girare le spalle ad una notizia. Se una notizia coinvolge chi non ha voce per farsi rappresentare, allora quella notizia la racconto due volte”.

Mai avuto paura in questi anni?
“La paura fa parte di questo mestiere se no facevo un lavoro diverso. Io vado a cercare le notizie che alcuni non cercano o che fanno finta di non vedere”.

E ancora aggiunge
“In una lettera consegna a Papa Francesco durante un’udienza vengono denunciate delle molestie, degli abusi ai danni di quelli che vengono chiamati i chierichetti del Papa. Sono dei ragazzi delle medie e della prima superiore che dormono in un pre-seminario all’interno delle mura vaticane e uno di questi ha raccontato, mettendo nero su bianco, di abusi che lui avrebbe visto ai danni di un ragazzo proprio nella sua cameretta. La vittima degli abusi conferma i fatti” – e aggiunge per la prima volta – “Posso dire, per la prima volta, che ho raccolto, ormai dopo la pubblicazione del libro, un’altra testimonianza di un altro ragazzino che andava sempre in quel pre-seminario e che ha subito degli abusi sempre lì da parte di un importante vescovo.”

Riguardo la morte di Papa Luciani. A Verissimo dice: “Il suo è stato un omicidio morale. Papa Luciani non è stato ucciso, ma schiacciato da cose tremende che arrivavano, come legami, fino all’appartamento pontificio”

Manuela Orlandi e Madre Teresa…

Altro caso rimasto irrisolto riguarda Manuela Orlandi. Sulla scomparsa della ragazza, dichiara: “Chi dice che Manuela Orlandi è viva dovrebbe avere solo la dignità di dire dov’è, perché ci sono dei famigliari che soffrono per Manuela” – e chiosa “ma forse ha ragione Papa Bergoglio che dice che Manuela è in cielo. Questa è la verità più tragica”.

Infine, sui conti intestati a Madre Teresa, il giornalista dichiara: “Madre Teresa resta e resterà sempre una santa. Lei raccoglieva moltissimi soldi in quegli anni per i poveri del mondo e andavano tutti sul conto dello Ior, ma lei non lo gestiva, veniva gestito da quei monsignori che un giorno gestivano i soldi di Madre Teresa di Calcutta e il giorno dopo magari gestivano i soldi di riciclaggio di tangenti sporche. Lei non era consapevole di questo”.


ISCRIVITI alle NewsLetter per non perdere le nostre novità e iniziative!

[mailpoet_form id=”2″]

 

 

Redazione

Redazione editoriale "M Social Magazine" - www.emmepress.com