Il mercante di Venezia: quando il teatro diventa social

È una delle più famose tragedie shakespeariane, ma se andando a vedere Il mercante di Venezia realizzato dall’impresa culturale Tournée da Bar vi aspettate una classica rappresentazione teatrale, allora vi sbagliate.

Dimenticate qualunque allestimento convenzionale perché Davide Lorenzo Palla, accompagnato dal musicista Tiziano Cannas Aghedu e con la regia di Riccardo Mallus, portano sul palco qualcosa di singolare. Un mercante di Venezia che coinvolge il pubblico e che per essere pienamente apprezzato, richiede un piacevole sforzo di immaginazione.

Potremmo parlare di teatro social e a breve vi spiegherò perché. Un narratore, un vero e proprio mattatore che conquista la scena ma che prima di tutto conquista la platea. Gli spettatori diventano attori e animano la sala prima di dare il via alla performance. La quarta parete viene abbattuta, o forse in questo spettacolo non è mai stata costruita. Un uomo solo alterna il punto di vista di molti personaggi: dal protagonista Shylock al servo gobbo Lancillotto, dal Mercante Antonio alla bella Nerissa. Un susseguirsi di dettagliate descrizioni che trasportano tra le vie di Venezia, il tutto condito con ironia, musica dal vivo e passi de Il mercante di Venezia fedelmente citati come se fosse il bardo stesso a leggerli.

 

Uno studio preliminare sulla Serenissima e un percorso di scrittura coadiuvato dal celebre attore Moni Ovadia, ha portato alla stesura di un testo originale e accattivante che sa bastarsi. Una scenografia minimal accompagna lo svolgersi delle vicende, i personaggi prendono vita attraverso le parole del cantastorie e sta al pubblico ‘disegnarli con gli occhi’ esattamente in quegli stessi luoghi in cui li ha pensati William Shakespeare.

Il teatro proposto da Tournée da Bar ha girato l’Italia proprio attraverso i bar e quei luoghi di ritrovo diversi dalla solita sala con le poltroncine rosse.

Il regista Mallus e i suoi attori e musicisti, hanno saputo e sanno parlare a persone diverse, anche e soprattutto a coloro che non sono magari assidui frequentatori delle performance da palcoscenico. In scena dal 14 al 17 dicembre al Teatro Carcano di Milano, Il mercante di Venezia propone le stesse atmosfere del bar in uno dei poli artistici più noti del panorama meneghino.

 

Per tutti voi che non potete fare a meno dei social media, l’invito è quello di seguire Tournée da Bar attraverso la loro pagina Facebook per restare informati su tutte le novità. Il prossimo appuntamento? Il 22 dicembre al circolo Ohibò di Milano con un sorprendente Amleto per festeggiare insieme il Natale.

E ricordate si può essere SOCIAL anche senza smartphone, è la magia del teatro. SIPARIO!


ISCRIVITI alle NewsLetter per non perdere le nostre novità e iniziative!