Ermal Meta e Fabrizio Moro vincono la 68esima edizione del Festival di Sanremo 2018

Ermal Meta e Fabrizio Moro vincono la 68esima edizione del Festival di Sanremocon il brano Non ci avete fatto niente!

Lo Stato Sociale secondi con Una vita in vacanza. Annalisa terza con Il mondo prima di te.

Le cinque serate, da record

Era partito in sordina, anzi, era partito male e la prima serata era risultata lenta, noiosa e vecchia. Sono bastate 4 serate al direttore artistico e conduttore Claudio Baglioni per rendere decisamente un ottimo Festival questa 68esima edizione dell’evento musicale più famoso del mondo.

Ogni serata ha raggiunto picchi di gradimento davvero da record. La prima ha raggiunto uno share superiore al 52 per cento, la seconda serata ha superato il 49 per cento di share, così anche la terza con uno share del 52 per cento. Ancora record nella quarta serata che supera il muro del 50 per cento, facendo registrare lo share migliore dal 1999.

I super ospiti

Laura Pausini ha vestito perfettamente il suo ruolo di super ospite riscaldando l’Ariston a tal punto da uscire in strada, sul red carpet, per cantare in mezzo al numeroso pubblico che l’ha acclamata e ha cantato con lei!

E si potrebbe dire che super ospite e non solo conduttore è Pierfrancesco Favino che con il suo monologo sull’immigrazione lascia senza fiato ed inumidisce gli occhi. Lui stesso se lo sente addosso e ce lo sbatte in faccia, in tutta la sua drammaticità, portata allo stremo da Fiorella Mannoia che insieme a Claudio Baglioni canta un piccolo cammeo, colmo di un senso altissimo di solidarietà: “Mio fratello che guardi il mondo” canzone di Ivano Fossati, scritta nel 1992. Il brano racconta dei bisogni delle persone, della povertà, delle ingiustizie e della dignità, un inno alla fratellanza, una mano tesa verso tutti gli uomini a cui la vita ha ingiustamente rubato qualcosa, ma “se non c’è strada dentro al cuore degli altri prima o poi si traccerà”.

Di questa edizione ricorderemo anche l’apertura della prima serata di Fiorello, la performance dei Negramaro e di James Taylor con Giorgia che hanno convinto tutti per bravura ed empatia.

Favino ed Hunziker

L’edizione 2018 consacra definitivamente Pierfrancesco Favino attore di tutti e per tutti, eclettico e versatile, amabile e garbato. Anche Michelle Hunkizer guadagna un podio: quello di essere tra le migliori conduttrici italiane che abbiamo. Professionale e precisa, riesce ad essere più simpatica che bella, ed è bellissima!

I premi

Premio della Critica Mia Martini, assegnato dalla Sala Stampa Roof: Ron

Premio Sala stampa Lucio Dalla: Lo Stato Sociale

Premio Sergio Endrigo, assegnato dalla Sala Stampa Roof, per la migliore interpretazione: Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico

Premio Sergio Bardotti, assegnato dalla giuria degli esperti per il miglior testo: Mirkoeilcane

Premio Giancarlo Bigazzi, assegnato dall’Orchestra del Festival, per la miglior composizione musicale: Max Gazzè

Premio Tim Music: Ermal Meta e Fabrizio Moro


ISCRIVITI alle NewsLetter per non perdere le nostre novità e iniziative!

Monica Landro

Amo la musica, i libri, il teatro e i viaggi. Amo cucinare le torte e prendermi cura delle mie piante. Odio i calcoli matematici, le percentuali e i problemi di geometria. Amo stare in mezzo alla gente ma amo ancora di più stare con me stessa. Amo la Sicilia, i suoi colori, sapori e tramonti. Ogni volta che la vita mi sembra difficile, cerco di raggiungere uno scoglio, mi siedo e ne parlo con il mare.