Milano all’insegna della Digital Trasfomation con l’incubatore “EY wavespace”

Settecento metri quadri di innovazione tecnologica: 100 professionisti insieme a imprese, partner, università e startup per la formazione di giovani talenti. In connessione con 17 centri su scala globale. Donato Iacovone: “Qui si apprenderanno le competenze per il lavoro del futuro”

Uno spazio collaborativo di 700mq, integrato e connesso con la città e con il mondo, in cui affrontare e rispondere insieme alle sfide della digital disruption, aiutando le aziende a cogliere le opportunità in un panorama in continua evoluzione. In un modello di open innovation che permette di co-produrre idee, sviluppare soluzioni innovative e mostrare le migliori già realizzate, gestire progetti in collaborazione. E’ EY wavespace, il nuovo centro dotato delle tecnologie più evolute lanciato da EY durante la Milano Digital Week per lavorare in sinergia con aziende, partner tecnologici, università e startup.

In questo nuovo hub, saranno inoltre messe a disposizione le competenze di oltre 100 professionisti EY nella trasformazione digitale. La sfida della digitalizzazione, però, non coinvolge solo le imprese, ma anche le persone e, soprattutto, i giovani talenti che stanno formando la propria professionalità. Per questo apriamo le porte di EY wavespace anche alle scuole e università, offrendo loro uno spazio di formazione dove apprendere le competenze per il lavoro del futuro.

EY wavespace è anche un luogo in cui valorizzare le persone delineando ruoli e competenze e ridisegnare, attraverso il driver delle tecnologie, le organizzazioni e i processi più mirati allo sviluppo. La PeopleSpace Academy, spiega EY, fornisce programmi formativi e di change management dove la parte didattica e cognitiva è integrata con soluzioni tecnologiche quali gamification, programmazione e robotica, per offrire ad aziende, persone e famiglie percorsi di apprendimento innovativi, significativi e di valore. L’EY wavespace fa parte di una rete altamente connessa di centri d’innovazione interattivi in tutto il mondo (17 a livello globale, 8 nella sola area Emeia-Europe, Middle East, India e Africa), che condividono metodologia e piattaforme e sono specializzati nelle molteplici nuove tecnologie. Questo, spiega EY, consente di poter contare su una complementarietà di strumenti e competenze, che rappresenta un valore unico per le imprese.


ISCRIVITI alle NewsLetter per non perdere le nostre novità e iniziative!

Armando Biccari

Mi chiamo Armando Biccari ho origini pugliesi sono un giornalista ho lavorato e lavoro lavoro per diverse Testate giornalistiche online e Carta Stampata, e Radio TV ho vissuto in diverse città Italiane Genova, Venezia, Prato Macerata. Tra le mie passioni ci sono oltre al Cinema la comunicazione musicale Sociologia dei New Media Audiovisivi Televisione, e la comunicazione scientifica e tutto il resto...