Chi non ha mai discusso per la “tavoletta” scagli la prima pietra!

L’uso che facciamo degli oggetti che utilizziamo in comune può creare discussioni e divari.

Il bagno: posto dell’intimità, come ci comportiamo? “Tavoletta” su, “tavoletta” giù….la dice lunga sulla diversità fra uomini e donne!

Oggi parliamo di un oggetto responsabili di infiniti “confronti”: la “tavoletta del wc”. Parliamo anche di un luogo molto intimo e privato della casa: il bagno.

Condividiamo salotto e camera, cucina e ingresso, spesso ciascuno elegge con tacito consenso, il luogo che sente più consono. Molte volte si lascia che il nostro marito o moglie; compagno, convivente….si “appropri” di una parte dell’abitazione che condividiamo perché sappiamo che è la sua preferita; altre volte taciamo per il quieto vivere. Altre volte ancora intavoliamo una discussione per chi deve rilassarsi in camera o sul divano; per chi deve utilizzare la poltrona dello studio o ascoltare musica….

Ma le discussioni più veraci, acerrime e che non hanno mai fine, quasi fosse un summit è l’uso della tavoletta del wc.

Siamo in un luogo che ci permette di rilassarci, dove ci guardiamo allo specchio, dove ci prendiamo cura di noi, dove ci chiudiamo per avere intimità e silenzio. Ed è proprio in questo luogo che i comportamenti maschili e femminili sull’uso del bagno si manifestano in tutta la loro diversità.

C’è chi dopo la doccia, asciuga e ripulisce il vano doccia, c’è invece chi lascia che l’acqua evapori con il tempo; c’è chi butta gli asciugamani usati per terra e dimentica di riporli sul porta asciugamani, chi invece li ripiega con cura o li adagia sul termosifone; c’è chi lascia tracce di dentifricio nel lavandino e chi invece lo disinfetta quasi fosse una camera asettica…..ma la “tavoletta” del wc è un nodo nevralgico sul quale si innescano discussioni a volte interminabili.

Tavoletta, su! Tavoletta, giù!

“La devi alzare, e poi dopo riabbassare!”

“Si, si….mi sono dimenticato….”

E via di questo passo.

Le donne insistono con i loro compagni dell’importanza fondamentale di alzare la tavoletta prima dell’uso del wc e quindi di riabbassarla dopo. Ciò non sempre avviene, anzi quasi mai!

E questo è un punto sul quale la coppia discuterà sempre, ciascuno avvallerà le sue ragioni. Ciascuno vorrà poter vivere l’intimità del bagno come meglio crede.

Sacrosanto!

A questo punto, se volete evitare di discutere quasi quotidianamente, decidete a priori che è più utile e conveniente per entrambi, se ciascuno si assume la responsabilità dell’ordine del bagno, in particolare della pulizia, dopo averlo utilizzato personalmente.

Magari se donne non si comportassero come un segugio che ispeziona il bagno dopo che gli uomini l’hanno usato e se gli uomini fossero più attenti all’ordine e alla pulizia degli spazi che utilizzano; si potrebbero impiegare energie per discorsi più allegri e divertenti; forse,  entrambi scoprirebbero che meno  acredine e più comprensione e tolleranza reciproca…fa bene alla coppia.


RIMANI AGGIORNATO SULLE NOVITA’ – Iscriviti gratuitamente qui!

Ernestina Rossotto

Psicologa, psicoterapeuta. Ha fondato la filosofia dello "psico-design". www.psico-design.com

2 pensieri riguardo “Chi non ha mai discusso per la “tavoletta” scagli la prima pietra!

  • 7 maggio 2018 in 12:19
    Permalink

    Come sempre ottimo articolo. Questi pensieri fanno sempre molto riflettere. Con una maggiore attenzione si possono evitare discussioni che potrebbero danneggiare il rapporto.

    • 7 maggio 2018 in 18:50
      Permalink

      Grazie per il tuo sostegno. Bravo Mattia, la tolleranza è una buona alleata in ogni rapporto. Rispetto e tolleranza!

I commenti sono chiusi