Fibra ottica in aumento in Italia: lo stato in Lombardia e come non farsi trovare impreparati

Con le ultime disposizioni di Legge, in adeguamento all’Obiettivo dell’Unione europea di espandere la banda larga a tutti, in Italia la fibra ha raggiunto il 25% degli italiani, anche se ancora oggi non tutti godono della stessa velocità. A dispetto di quanto si potrebbe pensare basandosi sull’idea comune che il sud sia la zona più svantaggiata, i dati aggiornati al 2018 mostrano come sia il Nord-est a vestire la maglia nera, con una copertura che si ferma al 20%. Ai primi posti troviamo infatti le Isole e il Nord-Ovest, con una media sul 30/31%, seguite dal Sud con il 22%.

Tra le regioni, a fare la parte del leone troviamo la Liguria al 45%, la Sicilia al 34%, la Puglia e la Lombardia al 31%. Ma la velocità non è uguale dappertutto, perché in molti casi la fibra raggiunge solo la cabina e non l’abitazione. Quindi la gran parte della tecnologia è del tipo FTTC, mentre la FTTH copre appena il 2% delle strutture abitative.

Differenza tra linea FTTC e FTTH

Rispetto alla tecnologia ADSL, la Fibra è stata una rivoluzione, perché i dati passano su un cavo in fibra di vetro, indipendente dal doppino telefonico, con una tecnologia di trasmissione dei dati decisamente più avanzata. Una meraviglia che, in moltissimi casi, si ferma alla cabina di distribuzione dei servizi telefonici, cioè la FTTC, garantendo, alla fine, solo una velocità di 100 Mbit/s, contro i 1000 che invece consentirebbe se la linea fosse portata fino all’abitazione dell’utente, cioè la FTTH.

La situazione in Lombardia

La Lombardia, con il suo 31% di copertura, in netta espansione, vede ben servita sia Milano che le cittadine che la circondano, come Bresso coperta al 97%, Bollate al 94% e Cologno al 92%. Quindi, in molti casi è possibile avere una copertura in fibra ottica a Milano e dintorni, che ti consente di viaggiare ad una velocità di 1 Giga al secondo.

Per raggiungere queste elevate prestazioni bisogna però dotarsi di un supporto tecnologico adeguato. Quando passiamo ad un tipo di collegamento internet ad altissima velocità bisogna infatti aggiornare, o verificare che già non lo sia, tutto il nostro comparto hardware. Si parte dalla scheda di rete del proprio computer, passando per i cavi di connessione e il modem Wi-Fi. Ma vediamo nel dettaglio cosa cambia davvero se ti colleghi alla fibra.

Cosa cambia con una connessione in fibra

Innanzitutto la fibra, essendo un cavo dedicato ad alta tecnologia, ti consente una trasmissione a velocità costante e maggiormente stabile dei dati, sia in arrivo che in uscita. Ciò vuol dire che potrai vedere un film in streaming senza scatti e in alta definizione e che le video chiamate saranno sempre perfetta, sia come video che come audio. Inoltre tutti gli appassionati di video-game online ne guadagneranno sia in velocità che in qualità, godendo così di una rinnovata qualità di gioco.


RIMANI AGGIORNATO SULLE NOVITA’ – Iscriviti gratuitamente qui!

Redazione

Redazione editoriale "M Social Magazine" - www.emmepress.com