“Scrivi la tua voce”, un corso di lettura e scrittura creativa della voice talent Tina Venturi | L’intervista.

Se scrivere è un’arte, leggere ad alta voce lo è ancora di più.
Scrivere dà la possibilità agli altri di entrare in contatto col proprio mondo interiore, leggere ad alta voce proietta acusticamente la parola scritta nello spazio e la trasforma in suono, quindi in emozioni.

Tina Venturi è tutte queste cose insieme.
E poiché ha scritto un libro che è di fatto un corso di lettura ad alta voce, scrittura creativa e public speaking, l’abbiamo incontrata e intervistata per conoscerla meglio.

Tina, tu sei attrice, doppiatrice, speaker e scrittrice professionista. Immagino che per elaborare “Scrivi la tua voce” tu abbia attinto a tutte le tue doti, a tutto ciò che sai, è così?

Grazie Marco è un piacere per me poter raccontarmi a un amico e collega che stimo, quale sei tu, attraverso le pagine di M Social Magazine. 
Esattamente. Non mi sono risparmiata, ho lavorato tanto per creare uno strumento chiaro e utile. Ho attinto alle mie competenze, senza per questo avere la pretesa di essere stata esaustiva su ogni argomento trattato. Non fraintendermi, ho scritto veramente tanto ma credo che alcune materie non si esauriscano mai… e la cosa mi affascina.


Il tuo corso è diviso in tre grandi aree, che sono la lettura, la parola e la scrittura.
Io conosco il significato della parola “Parola”, con la P maiuscola. È quella più alta, quella celeste. Ci accenni anche al tuo percorso cristiano?

Nell’introduzione del libro accenno al fatto che se «In principio era il Verbo», da qualche parte c’era sicuramente una grammatica. Un piccolo gioco di parole per ricordare a me stessa e agli altri che non siamo soli. Qualcuno dall’alto ci osserva e si compiace di tutti gli sforzi che facciamo per affinare i nostri talenti. Abbiamo insite in noi grandi capacità che possiamo far emergere in tutto il loro splendore, basta crederci. Il mio desiderio è che attraverso la lettura di questo testo ognuno possa attingere alla grande creatività depositata in se stesso fin da principio. Per me anche questa è fede.

A chi è rivolto questo libro? Chi potrebbe desiderare di leggerlo e chi dovrebbe fare tesoro dei tuoi insegnamenti?

L’invito lo formulo rivolgendomi direttamente al lettore. 
Sei un insegnante, un formatore, un esperto in qualche settore, un artista, uno sportivo, un oratore, uno studente, un manager, un medico, una commessa, un barman, uno youtuber, un influencer, un social marketer? Vuoi essere efficace quando spieghi, racconti, presenti qualcosa, leggi in pubblico? Vuoi farti ascoltare? Scrivi la tua voce, non farla scrivere agli altri. 

Parlare o leggere in pubblico non è cosa da poco. Quante volte sentiamo parlare qualcuno veramente ferrato su qualcosa ma che non ha mordente oppure è troppo accalorato, o che legge in modo stentoreo, o con un volume troppo basso, o ha un accento che rende difficile la comprensione delle parole oppure ha una voce stridula o afona?

E quante volte ci è capitato di essere invitati a parlare su un argomento in cui eccelliamo e abbiamo percepito che il pubblico si distraeva o ci siamo sentiti impacciati? Oppure nell’esposizione o nella lettura di alcuni brani la nostra pronuncia e la nostra interpretazione lasciavano a desiderare?

Il mio obiettivo è aiutare chiunque e, a maggior ragione, chi spesso ha a che fare con il pubblico, a sviluppare le proprie potenzialità. Ciò che insegno dovrebbe essere materia scolastica. Tutti noi, infatti, dovremmo ricevere una formazione di questo tipo già dai banchi di scuola. Leggere, scrivere e parlare sono azioni legate fra loro. Saper passare da una all’altra con disinvoltura rende più convincente la nostra comunicazione. 


Pensi che scrivere e leggere bene siano doti innate o chiunque con impegno e costanza potrebbe svilupparle e farne addirittura un lavoro?

Il talento straordinario è ciò che ci fa raggiungere traguardi eccelsi, ma la forza di volontà ci può portare verso mete inimmaginabili. Ha, sì, importanza il risultato, ma la cosa fondamentale è poter verificare un progresso personale rispetto alla base di partenza e incoraggiare le persone a progredire, ognuno per quello che può fare e dare. Qualcuno farà passi da gigante, qualcun altro molto piccoli. L’importante è muoversi in avanti. Ho forse eluso la domanda? Concludo allora dicendo che il talento è qualcosa che in modo naturale gli altri ti riconoscono. Ma volersi migliorare è cosa buona e giusta e ognuno di noi ne ha diritto, anzi, dovrebbe sentirlo come dovere, per se stesso e per gli altri. Poi ci sono quelli che forzano le cose e, magari, lavorano più di chi ha grandi doti.

Tina, avevi una sola pallottola o hai in canna altre idee per altri libri? In altre parole, ti fermi qui o scriverai ancora?

Ho già scritto in passato (un libro, spettacoli, articoli, approfondimenti…) e voglio scrivere in futuro. Mi piace ed è una forma d’arte in cui mi esprimo appieno. In realtà, per il mio tipo di carattere è la forma di espressione in cui mi sento più a mio agio. Sapevo e so che sarà il mezzo che userò sempre di più. 

Grazie a Tina Venturi, chi lo desidera può acquisire rapidamente le basi per scrivere in modo creativo e intelligente e per leggere e parlare a regola d’arte. Per sé e per chi lo vorrà ascoltare. Questo è un libro la cui prima lettura la fai in un modo e le successive in modo migliore. 

Scrivi la tua voce, di Tina Venturi, è edito da Eternity.


RIMANI AGGIORNATO SULLE NOVITA’ – Iscriviti gratuitamente qui!

Marco De Domenico

Speaker e doppiatore pubblicitario, Marco è stato voce ufficiale di Italia Uno, di Nickelodeon e di RMC. Attualmente è la voce ufficiale di Pop, di Radio Kiss Kiss Napoli e di Radio Mc Donald’s. E’ in onda nel weekend di Radio Company con un suo programma di notizie musicali. Insegna dizione e uso della voce presso Accademia 09 di Milano. 42 anni, single, ha due figli ancora piccoli. Da 22 anni vive, cammina e si allena con una sola gamba, l’altra gli è stata amputata da ragazzo cadendo in moto. La disabilità non gli ha tolto la voglia di fare e di vivere, va ancora in moto e si sta allenando per fare il giro del mondo in bicicletta.

Un pensiero riguardo ““Scrivi la tua voce”, un corso di lettura e scrittura creativa della voice talent Tina Venturi | L’intervista.

I commenti sono chiusi