Corriere versus Ferragni: il braccio di ferro è sui like!

Ma tu ti senti più rotonda e felice o più atletica e felice?

Sì lo so, inizio con una provocazione ma del resto mi associo a quella parte del popolo che ride stupefatto davanti alla polemica scattata ieri pomeriggio sull’addio al nubilato di Chiara Ferragni.

La vicenda, per chi ancora non la sapesse, è che il Corriere della Sera ha realizzato un articolo sull’evento titolando “Chiara Ferragni, i capelli rosa e le amiche <<sosia>> (rotonde e felici”). Il titolo ha scatenato le ire della compagna di Fedez per avere offeso le amiche. Il Corriere ha subito corretto il titolo in “atletiche e felici” per poi modificare una terza volta togliendo ogni riferimento all’aspetto fisico ed emotivo delle amiche della bionda più seguita d’Italia.

Ora, mi sorgono spontanee molte domande: come mai il Corriere della Sera, uno dei quotidiani più autorevoli e longevi tratta questo argomento con un taglio così leggero “gossip”? Come mai il tanto referenziato giornale corre a modificare ben tre volte il titolo dell’articolo davanti alle lamentele della futura sposa? Come mai la neo mamma si impunta e batte i piedi con tale veeemenza? Come mai l’Italia ieri pomeriggio era concentrata a leggere e argomentare un evento così marginale rispetto ai fatti del mondo?

La risposta temo sia sempre e solo in un’unica direzione: tutti i diretti interessati volevano click, tweet, retweet e condivisioni. Il braccio di ferro era sui like, non su un principio da difendere.

Il corriere ha apostrofato le bellissime amiche della Ferragni “rotonde e felici”. Ma in che senso, dal momento che sono evidentemente magre e in splendida forma? Clicchiamo l’articolo per capire meglio? Touchè!

L’influencer, seguita da 13,5milioni di follower, offesa, ha scritto sul suo instagram “Le mie amiche sono state descritte come ‘grosse’ dal più grande giornale italiano” e ancora “Trovo veramente assurdo che giornalisti possano scrivere cose del genere in un mondo in cui ci battiamo per far sentire bene le ragazze e a dar loro sicurezza, additare difetti fisici (miei o delle mie amiche) è veramente un messaggio sbagliatissimo”. E giù di like e condivisioni! Touchè!

Quanto scritto dalla Ferragni è sacrosanto, ma declamato proprio da lei che ogni singolo giorno ci butta in faccia la nostra povertà che manco il principino George di Cambridge  ci fa sentire così “poracci” di fronte a tali product placement sbattuti in faccia anche a mezzo dell’ignaro Leone (bellissimo, peraltro!), fa davvero tristezza oltre che riflettere. E a proposito di riflessioni: trovo più offensivo che l’autore del pezzo abbia definito le amiche della Ferragni come “sosie”, piuttosto che in carne. Sosia significa che vivono nell’ombra dell’amica (amica?). Preferisco essere definita grassa piuttosto che priva di personalità, ma su questo aspetto la compagna di Fedez non si esprime. Forse perché inorgoglisce e gonfia il suo ego?

Concludendo: la gara dei click ha vinto, la professionalità del Corriere è discutibile, l’integrità intellettuale della Ferragni fa acqua.


RIMANI AGGIORNATO SULLE NOVITA’ – Iscriviti gratuitamente qui!

 

Monica Landro

Amo la musica, i libri, il teatro e i viaggi. Amo cucinare le torte e prendermi cura delle mie piante. Odio i calcoli matematici, le percentuali e i problemi di geometria. Amo stare in mezzo alla gente ma amo ancora di più stare con me stessa. Amo la Sicilia, i suoi colori, sapori e tramonti. Ogni volta che la vita mi sembra difficile, cerco di raggiungere uno scoglio, mi siedo e ne parlo con il mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *