Tom Walker e Irama protagonisti di questa settimana mentre i Greta Van Fleet ci riportano indietro di qualche anno

Cosa dicevamo venerdì? Ah si…Quale è stato l’ultimo disco che avete comprato?

Il mio “4” delle Le Deva  e siccome non ero certo del titolo l’ho cercato tra gli scaffali, ed aprendolo ci ho trovato dentro un altro cd “Sotto effetto di Felicità” della La Rua. Insomma sono ordinato…Almeno è sicuro che gli ascolto i dischi.

Poi Mea culpa. Io ci sono cascato! Ho aperto i social network in un momento di noia. E ho sprecato un’ora della mia esistenza a scrollare l’homepage. Ovviamente alcuni profili sono evitabili, basta non seguirli più o impostare il giusto filtro. Quelli per fortuna gli ho evitati.

Quindi i miei stessi consigli sono stati seguiti solo in parte.

Lo so… dovrei parlarvi delle nuove uscite della settimana, di dischi, strani oggetti non identificati. Ma certi giorni mi sento un alieno e ci metto un po’ a carburare. Quindi parto da una considerazione: la vita e la musica si intrecciano sempre, le canzoni ci raccontano stagioni e languori del cuore. Alcuni brani riascoltati a distanza di anni ci riportano indietro nel tempo. Basta un attimo. Altri pezzi musicali ci ricordano momenti straordinari del presente o tormenti  passati accantonati in un angolo.

Ma ora basta con questo mood autunnale sviscerato dai migliori libri di Goethe, e a noi cari lettori con le nuove uscite da segnalarvi!

Di Emis Killa e Subsonica ne abbiamo già parlato nella rubrica della scorsa settimana dunque vi vorrei subito segnalare “War Zone” di Yoko Ono una star che considerata l’eta, la guerra l’ha vista davvero, l’omonimo brano War Zone è un lamento a cielo aperto. Giudicate voi ascoltandolo.

La super band  metal svedese Amaranthe torna con “Helix” ci sarà molto headbanging come nei precedenti album? Nel caso spero abbiate i capelli abbastanza lunghi.

I Soulfly fuori il 19 ottobre con il disco “Ritual” la cui title track che porta lo stesso nome dell’album è un brano aggressivo il cui ritornello crea in me qualche reminiscenza dei Korn.

Tom Walker apprezzato con il brano  Leave a Light On uscirà con il disco “What a time to be Alive” un disco carico di ottimismo. Credo davvero valga la pena ascoltarlo.

Interessanti i Greta Van Fleet che qualcuno definisce i nuovi Led Zeppeling  il loro album d’esordio sembra venir fuori da un’altra epoca anche se esce il 19 di questo mese e si intitolerà “Anthem of the Peaceful” se siete amanti del genere non potete perderli. E visto che siamo in tema altro gruppo sui generis che vi consiglio  sono i Wolfmother.

Per quanto riguarda la musica italiana non si può non parlare di Irama io lo ricordo per quella piuma appesa al lobo e per una partecipazione a San Remo Giovani, e “Giovani” è anche il titolo del suo nuovo disco. E voi l’avete visto il serpente tatuato sul suo addome? E vi ricordate che ha anche vinto l’edizione 2017 di Amici? Io dovevo parlarvi di musica e invece sono finito a parlare di apparenze. Cosa vi aspettate da questo disco? A me il singolo Nera ricorda una giornata luminosa in coda al casello per entrare in autostrada.

Ecco la vita e la musica come dicevo si intrecciano sempre.

Ragazzi vi confesso che  ho una gran voglia di musica live. Speriamo ce ne sia tanta nei club durante i prossimi mesi. Ora il dovere mi chiama, vado che ho un po’ di uscite da ascoltare. Spero che le canzoni vi portino bei ricordi e ne costruiscano di nuovi altrettanto validi.

 

Buon weekend


RIMANI AGGIORNATO SULLE NOVITA’ – Iscriviti gratuitamente qui!

 

 

Simone Pozzati

Scrittore e autore di canzoni. il suo primo libro "Labbra Blu" (Diamond Editrice 2015), è una raccolta di storie nere, di inusuale follia, che rievocano le dantesche e infernali cantiche. È stato il curatore editoriale del libro contro la violenza sulle donne "Era mio padre" - Claudia Saba (Diamond Editrice 2016). Il drago di Carta (Augh Edizioni 2017) è una favola per bambini volta a far riflettere sul valore dei sogni. Presto diventata spettacolo teatrale. Ha collaborato come autore all'ultimo disco dei Remida "In bianco e nero" (Radiocoop Edizioni)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *