“Il Vizio della Speranza” e “Notti Magiche” chiudono la kermesse della Festa del Cinema di Roma

È “Notti Magiche” il film, di Paolo Virzì, che ha chiuso ufficialmente la 13esima edizione della Festa del Cinema di Roma.

“Mentre l’Italia è incollata alla tv a guardare la semifinale dei Mondiali c’è un’auto che vola nel Tevere. Mi sembrava un bellissimo inizio – dice Virzì – per fare una specie di noir, raccontare il cinema di quegli anni e fare anche un affresco, una galleria di ritratti, e alla fine anche un discorso su che cosa voglia dire raccontare una storia”. Ieri domenica 28 ottobre la tredicesima edizione della Festa del Cinema di Roma ha proposto le ultime proiezioni e d eventi prima del gran finale. Alle ore 15, presso il Teatro Studio Gianni Borgna Sala Siae, Alba e Alice Rohrwacher sono state protagoniste di un Incontro Ravvicinato con il pubblico.

Dopo i primi studi all’Accademia dei Piccoli di Firenze, sua città natale, Alba si diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia nel 2003. L’anno seguente esordisce al cinema conL’amore ritrovato di Carlo Mazzacurati imponendosi subito all’attenzione di critica e pubblico. La freschezza e la discrezione che caratterizzano ogni suo personaggio la rendono differente dalle attrici della sua generazione, come dimostra una carriera costellata di successi e in continua ascesa che l’ha vista protagonista di pellicole quali Mio fratello è figlio unico,Giorni e nuvole (David di Donatello come Migliore attrice non protagonista), Il papà di Giovanna (Migliore attrice protagonista ai David di Donatello) e Hungry Heartsdi Saverio Costanzo che le vale la Coppa Volpi per la Migliore interpretazione femminile a Venezia nel 2014. Ad Alice, più piccola di due anni, sono bastati due film per imporsi tra i talenti emergenti del panorama cinematografico europeo: Corpo celeste, presentato alla Quinzaine a Cannes con cui vince il David di Donatello al Miglior regista esordiente, e Le meraviglie, Grand Prix della Giuria a Cannes (interpretato, tra gli altri, da sua sorella). Il suo è un cinema che si muove tra memoria e nostalgia, ricco di elementi fiabeschi e popolari, capace di restituire al pubblico la magia e il disincanto di mondi che si avviano a scomparire. Nel 2018, sempre a Cannes, vince il Premio per la Migliore sceneggiatura per Lazzaro Felice: anche in questo caso nel cast c’è Alba.

Alle ore 21 presso la Sala Sinopoli si è tenuto “Cinema in concerto”, evento di chiusura della tredicesima edizione della Festa del Cinema di Roma. In programma, ventinove composizioni strumentali tratte dalle relative opere filmiche a firma dei compositori aderenti ad ACMF. A quelle dei Maestri Premio Oscar Ennio Morricone e Nicola Piovani, soci onorari dell’associazione, si aggiungeranno le composizioni degli altri soci partecipanti all’iniziativa: Fabrizio Campanelli, Stefano Caprioli, Tommy Caputo, Marco Cascone, Pasquale Catalano, Franco Eco, Jacopo Fiastri, Fabrizio Fornaci, Riccardo Giagni, Lucio Gregoretti, Andrea Guerra, Vito Lo Re, Stefano Mainetti, Lele Marchitelli, Danilo Mariani, Alessandro Molinari, Pivio & Aldo De Scalzi, Stefano Reali, Giuseppe Sasso, Kristian Sensini, Carlo Siliotto, Umberto Smerilli, Giuliano Taviani, Lorenzo Tomio, Paolo Vivaldi e Marco Werba. A dirigere la prestigiosa Roma Film Orchestra, composta di quarantasei elementi a cui si aggiungeranno diversi ospiti, sarà il Maestro Alessandro Molinari, vice-presidente ACMF. C’è stata anche la proiezione di estratti video provenienti dai film da cui sono tratte le varie composizioni. La serata, promossa da NUOVOIMAIE, SIAE, DIGITAL RECORDS, RAI COM sarà presentata dall’attore Pino Insegno.

Alle ore 19 in Sala Petrassi è stato proiettato il film vincitore del Premio del Pubblico BNL.
L’ultima giornata della tredicesima edizione della Festa del Cinema di Roma si conclude con le proiezioni di alcuni film del programma ufficiale in diverse sale della città.
In Teatro Studio Gianni Borgna Sala Siae, alle ore 20, è stato riproiettato il film vincitore del Premio del Pubblico BNL e replicati Three Identical Strangersdi Tim Wardle (ore12), Kursk di Thomas Vinterberg (ore 22.30) e l’Evento SpecialeNotti Magiche (ore 17.30). Il film di Paolo Virzì è stato replicato anche al My Cityplex Savoy alle ore 22.30, preceduto daDiario di Tonnaradi Giovanni Zoppeddu (ore 20.30), The Hate U Givedi George Tillman Jr (ore 18) e Mia et le lion blanc(Mia e il leone bianco) di Gilles de Maistre (ore 16).
Il MAXXI, infine, ha ospitato le repliche di Titixedi Tania Hernández Velasco (ore 12), Las niñas bien(The Good Girls) di Alejandra Márquez Abella (ore 15), Funan di Denis Do (ore 17.30) e They Shall Not Grow Olddi Peter Jackson (ore 19.30).

Il “Vizio della Speranza” di Edoardo De Angelis, il film che ha vinto il Premio del Pubblico alla Festa del Cinema di Roma. L’annuncio è stato dato dal direttore della Festa Antonio Monda durante la conferenza stampa conclusiva, con la targa consegnata ai produttori Giampaolo Letta e Pierpaolo Verga. Come da tradizione, è stato anche il momento di tirare un po’ le somme, con Monda che parla di “numeri straordinari”: «Più 6% di riempimento sale, con una capienza inferiore rispetto all’anno scorso – enumera Monda – Sui social sono clamorosi: Instagram 48%, Twitter +13% Facebook +12%, Youtube +30%». Il direttore, insieme alla presidente della Fondazione Cinema per Roma Laura Delli Colli, sono entusiasti nel parlare del lavoro compiuto con un budget di «3 milioni e 419mila euro, nettamente più basso – ricalca Monda – di qualsiasi altro Festival. Con un 15% in più avremmo fatto tante altre cose. Ci sono due star internazionali che non siamo riusciti a portare sul carpet proprio per mancanza di fondi» e il pensiero vola subito a Dakota Johnson, con voci di corridoio che hanno parlato di richieste folli dell’attrice americana: «Dobbiamo avere anche un pensiero etico al riguardo, visto che utilizziamo anche fondi pubblici» ha ricordato Delli Colli.

Armando Biccari

Mi chiamo Armando Biccari ho origini pugliesi sono un giornalista ho lavorato e lavoro lavoro per diverse Testate giornalistiche online e Carta Stampata, e Radio TV ho vissuto in diverse città Italiane Genova, Venezia, Prato Macerata. Tra le mie passioni ci sono oltre al Cinema la comunicazione musicale Sociologia dei New Media Audiovisivi Televisione, e la comunicazione scientifica e tutto il resto...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *