Uscite italianissime con Jovanotti, Vecchioni, Maldestro e Tiromancino

Questa settimana bella piena mi ha stancato. Vorrei solo un plaid di pile per coprire la fine di queste giornate. Fa notte presto, eppure ho sempre più cose da fare. Sarebbe prolisso e superfluo raccontarvi i dettagli. Lo so che siete curiosi, forse no, siete qui solo per la musica. Non ho nemmeno più il tempo di pensare, normalmente mi sarei dilungato in riflessioni pseudofilosofiche o in indagini sociologiche. E spero possiate perdonare questa mia silenziosa resa. La verità è che se non ho nemmeno la forza di scrivere questa rubrica che amo tantissimo e mi diverte, vuol dire che sta andando tutto molto bene. Ho ucciso la noia. Un sentimento, forse il più spaventoso di tutti. Se non ci si annoia infatti non si ha nemmeno il tempo di soffrire. Molti usano la strategia di occuparsi la vita con qualsiasi futilità pur di non pensare. A me invece piace riflettere. Poi da quando ho imparato a non aspettarmi più nulla, riflettere fa anche meno paura.

C’è veramente tantissima musica di cui parlare perciò basta sproloqui sulla mia vita.

Partiamo con Jovanotti e il suo Chiaro di Luna, è il nuovo attesissimo singolo del cantautore romano, Rick Rubin produttore di “Oh vita!” nonchè  storico produttore di artisti internazionali come Slayer, System of a Down, Red Hot Chili Peppers, Ed Sheeran, Adele e chi più ne ha ne metta, ha detto del brano, che si tratta della melodia più bella del disco. Mica un affermazione da poco se si pensa chi è stato a dirlo, insomma quasi una garanzia sulla bellezza di questo singolo. Certo è indubbio che per quanto riguarda i testi Jovanotti sia diventato maturo e raffinato. Ormai lo ha dimostrato ampiamente.

Maldestro è un “esperto”, a seguito della fortunata esperienza Sanremese con Canzone per Federica torna con un disco di 10 tracce. Insieme al singolo La Felicità esce il suo disco”Mia madre odia tutti gli uomini”.

Andrea Bocelli dopo il brano scritto dai fratelli Sheeran e Tiziano Ferro balzato alla posizione numero uno delle classifiche americane torna in radio con If Only in questo brano la sua voce si mischia a quella della pop star internazionale Dua Lipa. Insomma il disco di Bocelli continua ad essere decisamente Si

Mario Biondi e i Quinto Rigo in radio con “I wanna be Free” nel titolo sono sottolineate le suggestioni che rievoca il brano.

“L’infinito” è il nuovo album di Roberto Vecchioni che duetta con Francesco Guccini nel singolo Ti insegnerò a volare. Un brano ispirato ad Alex Zanardi. È la prima volta che i due cantano insieme. Un disco tutto cantautorale quello di Vecchioni, dove si ritorna alla narrazione vera e propria.

Subsonica Respirare è il nuovo singolo della band torinese. E se c’è una cosa che io ultimamente ho imparato a fare bene è proprio respirare. Nonostante vada sempre di corsa.

Jack Jasselli “Torno a casa” è il suo album prodotto da Max Casacci dei Subsonica, il singolo in rotazione radiofonica da oggi sarà Balla

Anna Tatangelo feat Achille Lauro e Boss Doms riarrangiano una vecchia hit Ragazza di Periferia cosa uscirà fuori da questo featuring. Siamo tutti un po’ curiosi…

Tiromancino Sale amore e vento è l’ultimo singolo estratto da “Fino a qui” e nasce da un sogno fatto da Zampaglione.

Martin Garrix feat. Mike Yung fuori con Dreamer il titolo del brano ricorda un fortunato film di Bernando Bertolucci, saranno all’altezza del film?

Ora vado a dormire, la prossima volta giuro vi racconto cosa sto combinando in questo periodo.

A venerdì prossimo.

Simone Pozzati

Scrittore e autore di canzoni. il suo primo libro "Labbra Blu" (Diamond Editrice 2015), è una raccolta di storie nere, di inusuale follia, che rievocano le dantesche e infernali cantiche. È stato il curatore editoriale del libro contro la violenza sulle donne "Era mio padre" - Claudia Saba (Diamond Editrice 2016). Il drago di Carta (Augh Edizioni 2017) è una favola per bambini volta a far riflettere sul valore dei sogni. Presto diventata spettacolo teatrale. Ha collaborato come autore all'ultimo disco dei Remida "In bianco e nero" (Radiocoop Edizioni)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *