Sfera Ebbasta su Instagram: “porterò sulla mia pelle il ricordo di queste persone”

Sfera Ebbasta, che aveva scritto un post a caldo subito dopo la tragedia avvenuta nella discoteca di Corinaldo, in provincia di Ancona, a distanza di 10 giorni dalla tragedia , torna su quella maledetta serata lasciando una profonda riflessione sul suo profilo Instagram.

Così Sfera Ebbasta scrive:

“Sono stati giorni di silenzio e riflessione, anche per me.
Non è facile trovare le parole giuste, non esistono parole giuste per descrivere il dolore che questa tragedia ha creato.
Tutto quello che è successo mi ha stravolto, sapere che tutte quelle persone erano lì per me, per divertirsi insieme a me, non mi dà pace.
In questi giorni ne ho sentite di ogni, anche contro di me, ma non è mia intenzione esprimermi sulle cattiverie che ho dovuto ascoltare, purtroppo si commentano da sole.
Tutto ciò che ho provato e che provo, tutto quello che sto facendo e che ho in mente di fare rimarrà privato.
Porterò per sempre nel cuore e sulla mia pelle il ricordo di queste persone.
Ci tengo a ringraziare la mia famiglia, i miei amici e tutti i fan che mi sono stati vicini in questi giorni.
Il 2018 è stato un anno pieno di emozioni per me e tutto questo non sarebbe stato possibile senza di voi, grazie davvero!

Ci si vede ai concerti in giro per l’Italia, sono pronto per affrontare questo 2019 con ancora più grinta e passione di prima.

Notevole è stato il calore sui social: tanti followers hanno infatti commentato il post di Sfera Ebbasta, sostenendolo moralmente. Commenti come quello di una mamma, che scrive:”

“Carissimo Jonata, come ti ho scritto in privato, i miei figli sono tuoi fans e di conseguenza ti seguo ed ascolto anch’io. Quello che è successo non è assolutamente colpa tua. E’ stata una tragedia che ha colpito tutti tristemente. Tutto ciò di cattivo che è stato detto sulla tua persona non deve toccarti. Persone ignoranti e stupide ce ne sono tante e ne incontreremo sempre nella vita. Prosegui nel tuo cammino con dignità ed energia. Un abbraccio. Una mamma.”

Tanti altri personaggi appartenenti al mondo dello spettacolo, soprattutto della sfera Trap, hanno dato il loro appoggio a Sfera Ebbasta.

Senza entrare nel merito di ciò che canta e degli esempi che porta, sui quali si è tanto puntato il dito, una tragedia del genere non sarebbe avvenuta se a presentarsi in ospitata fosse stato un artista altrettanto famoso ed amato della scena pop? E allora -ci domandiamo- il dito puntato su Sfera, è posizionato nella direzione giusta?