Piedi gonfi, è uscito il singolo dei Fuoricentro sulla violenza #nessunoescluso

Fuoricentro tornano con un singolo dal titolo Piedi gonfi, che ancora una volta tocca un argomento sociale importante, ovvero la violenza.

Il brano della band milanese è stato anche scelto come colonna sonora del seminario“Violenza di genere e…in genere #nessunoescluso”, organizzato da FIRST CISL (Federazione Italiana Reti dei Servizi del Terziario), che si è tenuto nel capoluogo lombardo il 29 novembre e ha avuto tra i relatori l’atleta Ivana Di Martino

Con l’occasione è stato anche presentato ufficialmente il videoclip di “Piedi gonfi

 “È un brano che vuole mostrare la violenza sotto molteplici aspetti: psicologica, fisica, verbale. La violenza può colpire tutti, #nessunoescluso – racconta Maurizio Camuti, frontman dei Fuoricentro – Nessuno è escluso che sia gay, etero, donna, anziano, di colore, altre religioni: la violenza è circolare. Ognuno di noi percorre una strada che nel tempo ci porta ad avere ‘i piedi gonfi‘: quest’ultima è una metafora che riassume le fatiche che dobbiamo affrontare costantemente nel gestire ciò che per alcuni è ‘diverso’ e crea talvolta rabbia e violenza negli stessi. La dignità di molti porta a camuffare con del ‘profumo’ tante sofferenze che all’ olfatto spesso non vengono percepite.Basterebbe poco per respirare altro se solo ci ricordassimo come eravamo da bambini!”.

Monica Landro

Studi classici, una laurea in Lettere e Filosofia, un tesserino dell'Ordine dei Giornalisti, la Direzione di M Social Magazine. Questo è il CV in estrema sintesi. Ma quello che veramente mi descrive è l'amore per la musica, per i libri, il teatro e i viaggi. Amo cucinare le torte e prendermi cura delle mie piante. Odio i calcoli matematici, le percentuali e i problemi di geometria. Amo stare in mezzo alla gente ma amo ancora di più stare con me stessa. Amo la Sicilia, i suoi colori, sapori e tramonti. Ogni volta che la vita mi sembra difficile, cerco di raggiungere uno scoglio, mi siedo e ne parlo con il mare.