Casalinghi disperati, risate ma anche riflessioni al Teatro Delfino di Milano

Chi l’ha detto che gli uomini senza le mogli non riescono a cavarsela?

Dal 15 al 17 marzo arriva al Teatro Delfino di Milano la divertente commedia CASALINGHI DISPERATI con Max Pisu, Nicola Pistoia, Gianni Ferreri e Danilo Brugia: quattro uomini separati e al verde che si dividono un appartamento districandosi tra faccende domestiche, spese al supermercato e una difficile convivenza.

I quattro casalinghi disperati potrebbero anche riuscire a trovare un equilibrio, se non fosse per il rapporto con le rispettive ex mogli che comunque continua a condizionare le loro vite.

CASALINGHI DISPERATI è una commedia frizzante e coinvolgente, un ritratto divertente e scanzonato di una realtà sociale che ultimamente è saltata più volte agli onori della cronaca.

Uno spettacolo esilarante in cui la condizione di uomini separati viene raccontata in maniera allegra, ma con uno sguardo attento e sensibile, che mette in risalto anche debolezze, paure e ansie.

Risate e riflessioni…

Si affrontano tematiche importanti in cui tante persone, troppe, si possono riconoscere fra difficoltà economiche, separazione dagli affetti, avvocati e tribunali.

La commedia è di Cinzia Berni e Guido Polito per la regia di Diego Ruiz.

Per informazioni info@teatrodelfino.it  www.teatrodelfino.it

Monica Landro

Studi classici, una laurea in Lettere e Filosofia, un tesserino dell'Ordine dei Giornalisti, la Direzione di M Social Magazine. Questo è il CV in estrema sintesi. Ma quello che veramente mi descrive è l'amore per la musica, per i libri, il teatro e i viaggi. Amo cucinare le torte e prendermi cura delle mie piante. Odio i calcoli matematici, le percentuali e i problemi di geometria. Amo stare in mezzo alla gente ma amo ancora di più stare con me stessa. Amo la Sicilia, i suoi colori, sapori e tramonti. Ogni volta che la vita mi sembra difficile, cerco di raggiungere uno scoglio, mi siedo e ne parlo con il mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *