Il tenore Cristiano Cremonini è Muhammad Yunus, Nobel per la Pace nell’opera “27 dollari”

Lunedì 20 maggio, presso il Teatro della Fortuna il noto tenore bolognese Cristiano Cremonini, ha vestito con grande successo di pubblico i panni di Muhammad Yunus, premio Nobel per la Pace 2006, in occasione dell’anteprima mondiale dell’opera lirica “27 dollari” di Paola Samoggia su libretto di Rita Forlani, liberamente ispirata al libro “Il banchiere dei poveri” dello stesso Yunus.

All’evento, prodotto dall’Associazione Nazionale Italiana Cantanti e realizzato in collaborazione con l’Università di Urbino “Carlo Bo”, Comune di Fano, Fondazione Teatro della Fortuna e Imagem Srl, è stato presente lo stesso Muhammad Yunus.

Tutto il temperamento lirico del tenore Cremonini è emerso con forza nella romanza “Mani solo mani” (scena terza), caratterizzata dai versi: «Io devo capire. Ho il sapere. Devo scoprire come aiutare la vita!», grazie all’impetuosa scrittura vocale che rievoca il periodo tardo romantico.

La direzione musicale è affidata ad Andrea Mirò, la regia a Carlo Magrì e nel cast anche il soprano Felicia Bongiovanni e l’attore di teatro Matteo Belli per una storia di donne che, lottando per strappare i figli dalla fame, hanno conquistato l’autonomia economica e l’emancipazione sociale e civile.

Un intero villaggio di agricoltori del Bangladesh schiavizzato dagli usurai per colpa di un debito di 27 dollari, apparentemente inestinguibile. Il microcredito ideato da Yunus ha dato loro i mezzi per conquistare la libertà.

L’opera “27dollari” è nata proprio per supportare la diffusione del progetto del Professor Muhammad Yunus, per favorire lo sviluppo economico e sociale delle aree più povere e disagiate.

Official website: http://www.27dollari.com/home

Official Facebook Page: https://www.facebook.com/27dollari/

Redazione

Redazione editoriale "M Social Magazine" - www.emmepress.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *