Giffoni 2019: Evan Peters emoziona i ragazzi del Festival

GFF | Evan Peters ha incontrato i ragazzi per il Meet The Stars e l’evento in Sala Truffaut con la Giuria del Giffoni

Evan Peters è un bravo ragazzo. Spesso per alcuni è difficile tracciare una distinta linea di confine tra l’attore e il personaggio che egli interpreta: dati i numerosissimi ruoli da lui interpretati, per l’attore questa regola cambia drasticamente. Peters, infatti, già solo in American Horror Story – la serie tv creata da Ryan Murphy – presta il volto a tantissimi personaggi quindi è difficile trovare qualcuno che davvero gli assomigli almeno un po’. Anche se, ha confessato, uno dei suoi preferiti resta Tate poiché in qualche modo è l’originale, quello da cui è partito tutto.

Questi ragazzi sono davvero splendidi, educati ed entusiasti di avermi qui almeno quanto lo sia io di partecipare. Li ho visti tutti sorridenti e preparatissimi, si capiva che le domande le avevano pensate a lungo. E io voglio restare qui, non mi va di tornare a casa” questa una delle tante dichiarazioni rilasciate da Evan Peters durante il Giffoni Film Festival, un evento di cui è padrone in quanto non solo recita ma è anche un vero appassionato di cinema: tra le sue citazioni possiamo ricordare Dirty Dancing e Inception.

L’attore ha dato i suoi consigli ai ragazzi parlando della vulnerabilità (“Anche a me agita molto essere qui oggi tra di voi, mi sento molto vulnerabile ma lo ammetto e lo condivido, così mi sento meglio, capito, accettato”) e dell’ansia (“Per superare questi attacchi cerco di fare meditazione ma per ora non ho visto i frutti del mio lavoro. Forse è come quando vuoi fare un bagno nell’acqua fredda, non ti butti tutto d’un colpo e preferisci immergerti piano piano. È una tecnica che funziona… tranne nel caso in cui a largo ci siano gli squali”).

E non sono mancati aneddoti sulla sua collaborazione a The Office e del suo lavoro con Sarah Paulson (da cui è poi nata un’amicizia) o curiosità sui suoi prossimi progetti: gli piacerebbe partecipare a qualche commedia o entrare a far parte dell’universo della Marvel. Inoltre, ha confermato le voci che lo vedevano fuori dalla nuova stagione di American Horror Story (“Niente paura, però, continuerò a seguirla da spettatore”).

Dal palco Evan Peters mandava cuori, baci e saluti a tutti i ragazzi che gli facevano anche solo il minimo cenno e, prima di ricevere l’Experience Award, si è aperto un vero e proprio dibattito con i ragazzi del Giffoni Film Festival perché stavolta è stato lui a fare delle domande a loro e non il contrario.

Gaia Giovannone

"Mi sento vivo solo se sfilo la stilo e scrivo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *