Grande evento a Milano per “LA DROGHERIA – artigiani del gioiello”

La Drogheria, in occasione dell’imminente Natale, ha presentato a Milano in un esclusivo evento la propria linea di gioielli.

La Drogheria, in occasione dell’imminente Natale, ha presentato a Milano le nuove collezioni di gioielli.
Linee dalla concezione pulita ed essenziali che compongono un ventaglio unico e inimitabile di proposte: Pistakia, Aromi, Croccante, Formelle, Molecolare, Praline e Spezie.

I gioielli sposano la filosofia creativa che da sempre contraddistingue il brand: le drogherie di una volta erano luoghi poetici, dove si entrava, si salutava per nome il garzone, si assaggiavano prelibatezze, circondati da profumi invitanti e si trovavano i prodotti che il droghiere ‘di fiducia’ selezionava pensando proprio alle richieste dei suoi clienti.
Gli artigiani del gioiello interpretano il fascino delle drogherie portandolo nel proprio mondo. Il loro laboratorio aperto al pubblico è un punto di riferimento, un luogo dove le idee, nelle loro sapienti mani, prendono forma e si trasformano in oggetti preziosi e unici da indossare. Nei gioielli firmati “La Drogheria” convive il mondo delle vecchie botteghe con quello delle avanguardie della gastronomia contemporanea, fino alla cucina molecolare a all’innovazione delle sue forme creative. Gioielli artigianali dalle forme ricercate e raffinate dove ogni donna, a seconda del suo gusto, sceglie la sua prelibatezza, il suo stile, la sua forma di espressione.
Il brand ha anche presentato in anteprima la sua prima collezione dedicata all’universo maschile, già in vendita, che vedrà un maggiore sviluppo durante il mese di gennaio in occasione di Pitti Immagine e Milano Moda Uomo.

E’ possibile visionare e ordinare la collezione completa sul sito www.ladrogheria.net

I due punti vendita invece si trovano a Milano in Viale Piave 7 ed a Roma in Via Poggio Ameno 41.

Valentino Odorico

Consulente in comunicazione e fashion editor, scrive per numerose testate di moda a livello internazionale. E' docente universitario di semiotica della moda e giornalismo. In Svizzera collabora anche con la televisione e la radio, dove conduce programmi e ha varie rubriche.