Da Eliana Michelazzo a Andrea Damante, passando per Mercedesz Henger e le Favole Arcobaleno di Giovanni Ciacci: a Natale ricomincio da me!

Oscar Wilde è sicuramente uno dei massimi esponenti del decadentismo e dell’estetismo britannico. Non troppo tempo fa, sul finire del diciannovesimo secolo, ci ricordò quanto sia importante il saper amare se stessi, da lui riconosciuto come inizio e mai fine di un idillio che dura per tutta una vita. A tal proposito, quella mole infinita di social drunk farebbe bene a rammentare di non cadere nell’errore di reputarsi migliori di chi, volutamente o sbadatamente, possiamo incontrare lungo il nostro cammino,poiché ogni persona, ogni essere vivente, ogni voce ha una storia da raccontare che merita di essere ascoltata. Perciò se non volete finire col diventare una Daniela Martani qualunque, sempre pronta a sbraitare in tv per le più nobili cause, ma mai a darsi realmente da fare, mostrate un briciolo di amor proprio e quandoriuscite a comprendere di non poter essere utili, abbiate la decenza di non essere d’intralcio!

Eliana Michelazzo ha deciso di salutare l’anno vecchio riprendendo in mano le redini del suo percorso. Riparto da me è infatti il titolo del singolo che l’ex agente di Pamela Prati si è regalata per non dimenticare chi e cosa va messo al primo posto. E come lei, seppur non sulle sue note musicali, dovremmo anche noi ogni giorno ricominciare, che ne so, magari a confidare negli asini volanti, nei principi azzurri o nelle belle addormentate, in fondo nulla è impossibile se si è disposti a crederci davvero! Un altro che ha voluto voltar pagina è Andrea Damante e così, archiviata la storia con Giulia De Lellis, non ci ha pensato due volte a concedersi una seconda possibilità al fianco della modella Claudia Coppola. Della serie, da “Le corna stanno bene su tutto” a “Damante sta bene con tutteil passo è breve!

Giovanni Ciacci finalmente, svestitosi degli agghiaccianti panni della regina Elsa di Frozen (dopo mesi non sono ancora riuscito a digerire la sua performance a Domenica Live), ci ha regalato in prossimità dell’imminente Natale una bellissima raccolta di Favole Arcobaleno edita da Vallardi, un’antologia di storie e leggende dove non troviamo burattini di legno incantati o principesse fatate, ma gente libera e vera che ci trasporta in un mondo più colorato, all’interno del quale le diversità non sono annullate, bensì superate. Le favole, è risaputo, aprono la porta dei sogni, tuttavia, presto o tardi, arriva quel momento in cui si è costretti a fare i conti con la dura realtà che non è affattorose e fiori. Chi se non quel buono a niente di Enrico Contarin poteva farcelo notare?!  L’ex-gieffino ha recentemente pubblicato la sua prima (e spero ultima) opera intitolata “Ma di cosa stiamo parlando”. Caro Enrico, è esattamente quello che mi sono chiestoanch’io! Ormai non mi meraviglio più di chi lo scrive un libro e del perché, piuttosto mi stupisco di chi sceglie di pubblicarlo! Taylor Mega invece ha provveduto ad addolcire le nostre festività spogliandosi per il suo nuovo calendario, che secondo la non modesta opinione di Antonella Elia nulla ha a che vedere con la lotta contro la violenza sulle donne, ma perlomeno potrà essere di aiuto a Federica la mano amica, fedele compagna degli uomini di tutta la Terra!

Tra luci, lustrini, scatti a tinte hot, decorazioni natalizie, messaggi melensi e maschere di bontà, Ricky Martin e Luca Argentero hanno ricevuto il dono più bello che si possa desiderare, il calore di una famiglia e quell’amore incondizionato che in pochi sono in grado di dare. L’uno, difatti, è padre (per la terza volta) della piccola Lucia mentre l’altro, stando alle sue dichiarazioni, lo sarà entro il prossimo anno. Beh, che dire, auguri e figli maschi!!!
Dal canto suo persino Mercedesz Henger pare aver ritrovato un po’ di serenità insieme al suo compagno Lucas Peracchi che, con la benedizione di Santa Barbara d’Urso da Cologno Monzese, le ha chiesto la mano porgendole un mattone anziché il consueto anello.  Fossi stato in te Mercedesz, glielo avrei tirato dritto in testa!

A concludere realmente in bellezza il 2019 è stata Ivana Spagna che, chiusa definitivamente l’insensata querelle con Wanda Fisher, d’altronde nessun artista vorrebbe un clone sconclusionato, con il suo ultimo brano “Prigioniera nel tuo nidoha voluto elargire un po’ di umanità e sensibilità, risorse assai rare al giorno d’oggi!

Detto questo, codesto e quello, la messa è finita, andate in pace, almeno fino alla prossima settimana!!!

Simone Di Matteo

Simone Di Matteo, curatore della DiamonD EditricE, autore, scrittore e illustratore grafico è tra i più giovani editori italiani. I suoi racconti sono presenti in diverse antologie.Nel 2016 partecipa con Tina Cipollari alla V edizione del reality show Pechino Express in onda su Rai2 formando la coppia degli Spostati. Dopo Furore (tornato in onda in prima serata su RAI2 nel marzo 2017) 
è tra gli ospiti del nuovo esperimento sociale in onda su Rai4 Social House. Attualmente è impegnato in una missione segretissima a favore della pace nel mondo. Web: www.simonedimatteo.com