Fedez e Luis Sal insieme per un.. “Muschio Selvaggio”

Cosa ci fanno insieme un rapper di fama internazionale come Fedez e uno youtuber con più di un milione di iscritti al canale come Luis Sal?
Semplice! Danno vita ad un “Muschio Selvaggio”.
Un podcast (trasmissione radiofonica a puntate diffusa in rete e salvabile su lettori mp3), nel quale, con la partecipazione di differenti ospiti per ogni puntata, vengono e verranno trattati argomenti di cultura generale, informazione, accadimenti, storia, ma anche argomenti del tutto inusuali e per certi versi considerati ancora Tabù, quali lo “Squirting”.
Che il nome del programma faccia idealmente riferimento al clamore suscitato da “Mucchio Selvaggio”? Un capolavoro del cinema western, acclamato negativamente da molti critici per l’utilizzo spavaldo ed incurante della violenza nella sceneggiatura.

Che ci sia un paragone metaforico al malcontento che si potrebbe creare per la volontà di trattare alcune tematiche che per alcuni non dovrebbero neanche essere nominate quali per l’appunto lo “Squirting”, argomento di discussione della 3^ puntata con la trapper Chadia Rodriguez e Maura Gigliotti esperta di squirting.

Oppure semplicemente che il titolo del programma voglia richiamare il porno girato dalla band Rap i Club Dogo?

Questo per non ci è dato saperlo, ma cosa è certa, il duetto scoppiettante e assodato di Federico e Luis e il loro neonato programma si piazza al 1 posto in classifica per Tendenza e ascolti, affermando ancora una volta le grandi capacità comunicative dei due.

Martina Caputo

Martina è una giovane donna ambiziosa, fin dalle scuole primarie si avvicina alla scrittura, abbracciando in particolare modo il giornalismo (con giornalini "redatti" rigorosamente su fogli A4 con tanto di disegni, che denunciavano i problemi del mondo. Sviluppa nella tarda adolescenza la passione per la poesia, in seguito allo studio di poeti del calibro di D'Annunzio e Wilde. Cambiamenti di prospettive la direzionano a scelte diverse tra di loro, talvolta sbagliate ma che fanno comunque parte di quel grandissimo bagaglio che ogni uomo si porta dietro: l'esperienza. Diplomata in ragioneria, lavora da quando ha 16 anni mantenendo, così i suoi interessi. Dopo un iniziale percorso in Relazioni Internazionali, decide di partire alla volta di New York, metropoli nella quale viene selezionata per uno stage breve per le Nazioni Unite. Innamorata della possibilità dell'essenza del "divenire" in America e della voglia di approfondire la lingua e mettersi in gioco, decide di trasferirsi a Chicago per studiare Marketing e Social Media Communcation. Una volta tornata in Italia, riprende gli studi, vertendo la sua attenzione in Psicologia della Comunicazione. Apre una società che si occupa di pubbliche relazioni, gestione social media e marketing, organizzazione di eventi, con particolar focus nel settore ristorazione (food and beverage).