Oscar 2020: chi si contenderà le ambite statuette?

Chi vincerà il premio cinematografico più ambito dell anno? O meglio chi si contenderà la corsa per le statuette d’oro?

L’Academy Awards of Merit, conosciuto da tutti come Premio Oscar è il riconoscimento cinematografico internazionale più bramato, che corona la carriera degli attori e registi di tutto il mondo.

Da Rami Malek con la sua impeccabile rappresentazione di Freddy Mercury in “Bohemian Rapsody”, al tanto atteso e agoniato da Leonardo di Caprio con “Revenant”, da Natalie Portman con il suo “Cigno Nero” a Meryl Streep con “The Iron Lady”, la statuetta viene assegnata fin dal lontano 1929, da quasi un secolo.

Il Dolby Theatre di Los Angeles, sta attendendo il red carpet, i giornalisti fremendo, si preparano ad immortalare ogni singolo istante della nottata più “stellata” e premiata dell anno.

Joker di Todd Philips ha ricevuto il maggior numero di nominations (Miglior attore, miglior film, miglio regista), superando 1917, The Irish Man e Once upon a time.. in Hollywood che hanno 10 nominations ciascuno.

Che si sia dunque già decretato il vincitore? Con oltre 9000 membri, suddivisi per categorie cinematografiche, della rosa della giuria che nominano i candidati della propria categoria di appartenenza (ex registi nominano registi, attori gli attori e così dicendo..)

Successivamente, tutti i membri sono chiamati a votare per ogni categoria applicando un sistema maggioritario (tranne per quella di miglior film che ha invece voti di preferenza dal peggiore al migliore).

Ma vediamo nel dettaglio le categorie e le corrispettive nominations:

Miglior film: 1917
The Irishman
Piccole donne
Jojo Rabbit
Joker
Storia di un matrimonio
C’era una volta… a Hollywood
Parasite
Le Mans 66 – La grande sfida

Miglior regia: Martin Scorsese per The Irishman
Sam Mendes per 1917
Quentin Tarantino per C’era una volta… a Hollywood
Bon Joon Ho per Parasite
Todd Phillips per Joker

Miglior attore protagonista:

Joaquin Phoenix per Joker
Adam Driver per Storia di un matrimonio
Leonardo DiCaprio per C’era una volta… a Hollywood
Jonathan Pryce per I due papi
Antonio Banderas per Dolor y Gloria

Miglior attrice protagonista: Scarlett Johansson per Storia di un matrimonio
Saorsie Ronan per Piccole donne
Charlize Theron per Bombshell
Renee Zellweger per Judy
Cynthia Erivo per Harriett

Miglior attore non protagonista: Tom Hanks per Un amico straordinario
Anthony Hopkins per I due papi
Al Pacino per The Irishman
Joe Pesci per The Irishman
Brad Pitt per C’era una volta… a Hollywood

Miglior attrice non protagonista: Laura Dern per Storia di un matrimonio
Scarlett Johansson per Jojo Rabbit
Margot Robbie per Bombshell
Kathy Bates per Richard Jewell
Florence Pugh per Piccole donne

Miglior sceneggiatura originale: C’era una volta… a Hollywood
Storia di un matrimonio
Parasite
Cena con delitto – Knives Out
1917

Miglior sceneggiatura non originale: Jojo Rabbit
Joker
Piccole donne
The Irishman
I due papi

Miglior film di animazione: Dov’è il mio corpo?
Klaus
Dragon Trainer – Il mondo nascosto
Toy Story 4
Missing Link

Migliore film internazionale: Les Misérables (Francia)
Honeyland (Macedonia del Nord)
Corpus Christi (Polonia)
Parasite (Corea del Sud)
Dolor y Gloria (Spagna)

Miglior documentario: American Factory
The Cave
The Edge of Democracy
For Sama
Honeyland

Miglior cortometraggio documentario: In the Absence
Learning to Skateboard in a Warzone (Id You’re a Girl)
Life Overtakes Me
St. Louis Superman
Walk Run Cha-Cha

Miglior cortometraggio: Brotherhood
Nefta Football Club
The Neighbor’s Widow
Saria
A Sister

Miglior cortometraggio animato: Dcera
Hair Love
Kitbull
Memorable
Sister

Migliore colonna sonora: Joker
Piccole Donne
Storia di un matrimonio
1917
Star Wars: L’ascesa di Skywalker

Migliore canzone originale: “I’m Standing With You” da Atto di fede
“Into the Unknown” da Frozen II – Il segreto di Arendelle
“Stand Up” da Harriet
“(I’m Gonna) Love Me Again” da Rocketman
“I Can’t Let You Throw Yourself Away” da Toy Story 4

Miglior fotografia: 1917
C’era una volta… a Hollywood
Joker
The Irishman
The Lighthouse

Migliori effetti speciali (“visual effects”): Avengers: Endgame
The Irishman
Il re leone
1917
Star Wars: L’ascesa di Skywalker

Migliori trucco e acconciature: Bombshell
Joker
Judy
Maleficent – Signora del Male
1917

Migliore scenografia: The Irishman
1917
C’era una volta… a Hollywood
Parasite
Jojo Rabbit

Migliori costumi: Joker
Piccole donne
C’era una volta… a Hollywood
The Irishman
Jojo Rabbit

Miglior montaggio: Le Mans 66 – La grande sfida
The Irishman
Parasite
Jojo Rabbit
Joker

Miglior sonoro (“sound editing”): 1917
Le Mans 66 – La grande sfidaJoker
C’era una volta… a Hollywood
Star Wars: L’ascesa di Skywalker

Miglior montaggio sonoro (“sound mixing”): 1917
Le Mans 66 – La grande sfidaJokerC’era una volta… a Hollywood
Ad Astra

Non ci resta che attendere, con grande patema, domenica e goderci in differita questa magica notte.

Martina Caputo

Martina è una giovane donna ambiziosa, fin dalle scuole primarie si avvicina alla scrittura, abbracciando in particolare modo il giornalismo (con giornalini "redatti" rigorosamente su fogli A4 con tanto di disegni, che denunciavano i problemi del mondo. Sviluppa nella tarda adolescenza la passione per la poesia, in seguito allo studio di poeti del calibro di D'Annunzio e Wilde. Cambiamenti di prospettive la direzionano a scelte diverse tra di loro, talvolta sbagliate ma che fanno comunque parte di quel grandissimo bagaglio che ogni uomo si porta dietro: l'esperienza. Diplomata in ragioneria, lavora da quando ha 16 anni mantenendo, così i suoi interessi. Dopo un iniziale percorso in Relazioni Internazionali, decide di partire alla volta di New York, metropoli nella quale viene selezionata per uno stage breve per le Nazioni Unite. Innamorata della possibilità dell'essenza del "divenire" in America e della voglia di approfondire la lingua e mettersi in gioco, decide di trasferirsi a Chicago per studiare Marketing e Social Media Communcation. Una volta tornata in Italia, riprende gli studi, vertendo la sua attenzione in Psicologia della Comunicazione. Apre una società che si occupa di pubbliche relazioni, gestione social media e marketing, organizzazione di eventi, con particolar focus nel settore ristorazione (food and beverage).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *