MILANO MODA DONNA: Tendenze & News | Valentino Odorico

Si sono concluse le sfilate della settimana della moda di Milano che hanno visto in scena le idee per il prossimo inverno.

Un dettaglio che assolutamente non può mancare nel guardaroba femminile sono le frange: su abiti, borse, semplici o impreziosite da paillettes sono state proposte su numerose passerelle.
Fendi racconta tutto il suo DNA dove, come sempre, la pelliccia è ancora un must del brand. La collezione però ruota attorno alle maniche che, in una costruzione molto particolare, rivestono un ruolo chiave nella forma dei cappotti.
Philipp Plein è “no limits”: la collezione prende spunto dalla nuova fragranza lanciata dalla maison. Gli anni 80, la disco music, la voglia di apparire sono i punti cardini della sfilata. Moltissimi i look proposti indossati da modelli e modelle che camminavano in una passerella illuminata di verde acido, tra auto color oro, jeep, aerei ed elicotteri.
L’oro è uno dei colori must della collezione, proposto anche in versione paillettes, sia per lui, sia per lei; spesso il medesimo look è stato pensato per entrambi i mondi, maschile e femminile, facendoli sfilare insieme.
Bellissima la collezione della Maison Manuele Canu: il brand unisce la sofisticata eleganza, che da sempre lo contraddistingue, con gli elementi iconici degli anni ’80.

Ecco che le nuance pastello sono accostate alle fantasie e ai colori metallici, caratteristici di quegli anni. Tonalità morbide come l’avorio si mescolano a Paillettes e borchie, in un gioco creato con volumi variegati e pellami ricercati. Un incontro di sensazioni che vogliono ricordare la leggerezza e la libertà di quel decennio, creando un pot-pourri sospeso tra il tocco rock e quella nota romantica di elementi desueti come le farfalle. Gli anni ’80, conosciuti per i suoi eccessi e stravaganze, è anche un decennio che racconta un’idea di lusso molto precisa; dettaglio perfetto nel quale la Maison Manuele Canu si riconosce: materiali pregiati, tessuti unici ed esclusivi, che anche in questa occasione vanno ad impreziosire e comporre la collezione.

Il giardino è la vera essenza della collezione Laura Biagiotti che, per la prima volta, sfila a porte chiuse dopo la decisione di Lavinia Biagiotti di sfilare solo online a causa del diffondersi del Coronavirus. Un giardino da seminare, curare, far crescere, come la bellezza di una donna. Green è la parola d’ordine che racconta una visione di moda sostenibile: dal cashmere riciclato alla pelliccia ecologica.

Valentino Odorico

Consulente in comunicazione e fashion editor, scrive per numerose testate di moda a livello internazionale. E' docente universitario di semiotica della moda e giornalismo. In Svizzera collabora anche con la televisione e la radio, dove conduce programmi e ha varie rubriche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *