“La voce del silenzio” | La poesia napoletana ormai virale su whatsapp

“Volevo stare un po’ da solo per pensare e tu lo sai. Ed ho sentito nel silenzio una voce dentro me”, cantava Massimo Ranieri ne “La voce del silenzio”. La stessa che ha spinto (secondo quanto ho appreso dalle sue parole), una giovane donna napoletana a scrivere una poesia in napoletano su questo importante momento storico che il mondo intero sta vivendo. Poesia scritta in napoletano ma che per una volta racchiude ogni dialetto, città e regione. 

Da nord a sud questa voce arriva su WhatsApp e ti colpisce l’anima e mentre sei lì che ascolti le sue parole pensi a quanto sia fragile e forte la voce di una singola donna. Questa poesia andrebbe ascoltata nel suo dialetto originario per apprezzarne ancora di più la forza di queste parole, ma per ovvi motivi non si può e allora ho deciso di dar “voce” ad una “voce”, riportandovi (in italiano) alcuni pezzi salienti.
Buona lettura a voi.

Ho un po’ di tempo e voglio scrivere alcuni pensieri che mi frullano per la testa, già da ieri”, così la voce continua: “Scusate il mio accento, ma io sono napoletana, spero che anche tu che sei lontano da me possa comprendere ciò che sto per dire.”
“C’è un virus (dicono in tv), che ci costringe a stare a casa, che ci piaccia o no. È per il nostro bene, perché è pericoloso.
” Forse tutto ciò è una maledizione fatta apposta per l’uomo, perché solo così possiamo comprendere i nostri errori. Siamo diventati freddi e senza cuore, egoisti, e prepotenti. Il nostro cuore è avaro e pensa solo al “Dio denaro”. Allora tutto questo male forse non è una punizione, ma per noi tutti una grandissima occasione.
Perciò mi raccomando, anche tu che sei ricco e potente, ricordati che questo male non risparmia nessuno. Italiano, francesi, cinesi, senza distinzioni. Questa situazione assurda e surreale ci serve per comprendere che siamo tutti tale e quale.”

Poi conclude: ” Scusate po’ dialett i song napulitan, ma t’asstregn fort fort pure a tè cá stai luntan”.
“Vorrei una voce”, verrebbe da cantare e questa voce è arrivata, per me, noi, per voi tutti.

“Ci sono cose in un silenzio che non mi aspettavo mai” (M. Ranieri)

Rosa Spampanato

Rosa Spampanato anni 37. Amante della scrittura. Articolista per M Social Magazine Articolista per il Quotidiano LaSicila Collaboratrice per il Magazine Cherrypress e per la testata locale Rivista Zoom Sezioni di Riferimento Cinema TV Musica