Teatro contro la dislessia: iniziativa dell’attrice Alessandra Paganelli ed il sogno di Leonardo quello di lavorare con Paolo Ruffini

Leonardo Gangemi è un ragazzo di Monsummano Terme, località in provincia di Pistoia, che ha un sogno: quello di poter dar voce ad una tema piuttosto importante: la dislessia.
Il suo progetto e desiderio, oltre a quello di poter lavorare in un film a fianco dell’attore e presentatore Paolo Ruffini è quello di poter spiegare ed informare riguardo la sua malattia.
Affianco dell’attrice, anch’ella con il problema della dislessia, Alessandra Paganelli e altri ragazzi affetti dallo stesso disturbo, sfruttando il tanto tempo datoci da questa terribile pandemia, hanno deciso di sensibilizzare, con l’utilizzo delle piattaforme online in primis Youtube, il pubblico nazionale.
Nel video vengono intervistati i ragazzi che hanno partecipato al progetto e spiegano il loro punto di vista della malattia e di come questa iniziativa possa aiutarli, oltre che ad esternare le loro problematiche, a diffondere la conoscenza delle loro grandi capacità in ambito teatrale.
Alessandra ci dice: ” una persona dislessica non si riconosce dall’aspetto fisico o dalle sue capacità intellettive e cognitive e sarebbe normalissima se non fosse altro che il nostro mondo è improntato sulla “lettoscrittura” ed è proprio per questo che i dislessici avendo difficoltà nel leggere e comprendere contemporaneamente il contenuto, avendo problemi di disgrafia e di correttezza nella scrittura ortografica ed avendo problemi di calcolo, vedono insorgere questi problemi fin dalle scuole primarie.

A seguire il link del video fatto da questi meravigliosi ragazzi con le loro storie.

https://www.youtube.com/watch?v=bVe4ofTFzVI&t=135s

ALESSANDRA Paganelli

Martina Caputo

Martina è una giovane donna ambiziosa, fin dalle scuole primarie si avvicina alla scrittura, abbracciando in particolare modo il giornalismo (con giornalini "redatti" rigorosamente su fogli A4 con tanto di disegni, che denunciavano i problemi del mondo. Sviluppa nella tarda adolescenza la passione per la poesia, in seguito allo studio di poeti del calibro di D'Annunzio e Wilde. Cambiamenti di prospettive la direzionano a scelte diverse tra di loro, talvolta sbagliate ma che fanno comunque parte di quel grandissimo bagaglio che ogni uomo si porta dietro: l'esperienza. Diplomata in ragioneria, lavora da quando ha 16 anni mantenendo, così i suoi interessi. Dopo un iniziale percorso in Relazioni Internazionali, decide di partire alla volta di New York, metropoli nella quale viene selezionata per uno stage breve per le Nazioni Unite. Innamorata della possibilità dell'essenza del "divenire" in America e della voglia di approfondire la lingua e mettersi in gioco, decide di trasferirsi a Chicago per studiare Marketing e Social Media Communcation. Una volta tornata in Italia, riprende gli studi, vertendo la sua attenzione in Psicologia della Comunicazione. Apre una società che si occupa di pubbliche relazioni, gestione social media e marketing, organizzazione di eventi, con particolar focus nel settore ristorazione (food and beverage).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *