Veronica Maya ci parla de L’ITALIA CHE FA: “Questo programma è una fotografia dell’Italia che non si è mai fermata neanche durante il Covid-19…” | INTERVISTA


Parte domani un nuovo programma su RAIDUE che ci terrà compagnia tutti i pomeriggi, al timone una bellissima e bravissima Veronica Maya che ho raggiunto telefonicamente, ci siamo fatti una chiacchierata per parlare de L’ITALIA CHE FA e non solo!

Ciao Veronica, grazie per questa chiacchierata, dal 1 Giugno alle 16:10 sei alla guida di “L’Italia che fa”, in cosa consiste questo nuovo programma?

Questo programma è una fotografia dell’Italia che non si è mai fermata neanche durante il Covid-19. Esiste tutto il terzo settore, associazioni, fondazioni, volontari, piccole o grandi comunità che da sempre si adoperano per dare una mano al prossimo. Questo è un messaggio molto bello soprattuto in questi momenti. Far conoscere le belle azioni che hanno sempre funzionato.

Le buone notizie, le belle azioni, la parte bella dell’Italia che da sempre operano sul nostro territorio. 

Noi in realtà raccontiamo le associazioni attraverso le storie, attraverso le parole delle persone. Meritano di essere raccontate!

Indipendentemente dal Covid19, giusto?

Si sì assolutamente, gli autori lo avevano concepito molto prima, diciamo che in questo momento c’è più sensibilità da parte del pubblico a queste tematiche. 

C’è anche la possibilità che il telespettatore interagisca con il programma?

Abbiamo uno sportello a cui si può scrivere (sportello@italiachefa.it), serve a raccogliere segnalazioni, richieste, desideri di essere connessi con delle realtà sociali. 

Noi faremo da tramite sia a persone che chiedono aiuto ma anche a coloro che voglio dare il loro aiuto. 

Quante puntate saranno e quanto durano?

Il programma dura 42 minuti e andrà in onda per 45 puntate, fino a fine luglio.

Oltre a te in studio chi avrai?

Non ci sarà ovviamente il pubblico ma ci sarà solo un ospite in studio, di solito del terzo settore e ovviamente diversi collegamenti.

Ci puoi anticipare i temi trattati nelle prime puntate? 

I temi trattati vanno dal sociale, culturale e anche all’ambientale. Infatti questo programma è sostenuto anche da ENGIE e parleremo di ecosostenibilità. Parleremo di cultura, di arte, di riabilitazione con il Carcere Beccaria, parleremo di una comunità di Cagliari che si adopera e da sostegno a molte famiglie che hanno bisogno. 

Ci occuperemo di un centro antiviolenza di Donne di Padova e conosceremo nuovi modelli di famiglia attraverso l’affido parlando di un’associazione che se ne occupa attivamente. 

Appoggerete qualche campagna di Crowdfunding?

Assolutamente si, grazie a INTESA SANPAOLO appoggeremo il loro crowdfunding For Funding, al servizio delle organizzazioni non profit che lancerò ad ogni fine puntata tutti i giorni.

Cambiando discorso, come hai passato questa quarantena?

Guarda lo dico con un pizzico di pudore e sottovoce, è stata un’opportunità bellissima per godermi i miei figli. Ne avevo bisogno, ora un po’ mi manca lasciare questo nido protetto ma giustamente bisogna tornare a lavorare.

Il tuo è un ritorno in RAI dopo circa due anni giusto?

Non è un ritorno in Rai, non mi sono mai sentita lontana. Sono molto contenta di questo tipo di programma, sono cresciuta e maturata e un programma come questo mi gratifica immensamente. Sono contenta di farlo su un canale molto pop come RAIDUE, sono felice di poter di parlare ad un pubblico molto ampio come fascia d’età sperando di poterlo conquistare e fidelizzare

Progetti per il futuro?

Spero che questo programma abbia lunga vita.

Ultima domanda…cosa farai quest’estate?

Lavoro a parte, spero di godermi la nostra villeggiatura alle Eolie con i bambini, staremo molto in famiglia!

Grazie mille a Veronica Maya per questa intervista rilasciata a M Social Magazine, saremo tutti davanti alla TV da lunedì 1 giugno alle 16:10 su RAIDUE!

Christian De Fazio

CEO & Editore di M SOCIAL MAGAZINE, Autore Televisivo, Attore, Mistery Shopper e molto altro... Appassionato di Musica, Televisione, Cinema e Viaggi, alla ricerca sempre di nuovi stimoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *