Gestire le proprie emozioni per essere più produttivi | MentalCoach Davide Paccassoni

 “L’intelligenza emotiva rappresenta l’80% del successo nella vita”.

-Daniel Goleman-

Le nostre emozioni guidano il nostro comportamento?

Quando riusciamo a mantenere in equilibrio e a gestire le nostre emozioni, siamo più produttivi, creativi e felici. Impediamo alle nostre emozioni di prendere il sopravvento su di noi. 

Quindi, la risposta alla domanda precedente è SI, le nostre emozioni guidano il nostro comportamento, se vogliamo capire come poter agire e reagire al meglio a ciò che ci accade dobbiamo riconoscere le nostre emozioni ed imparare a mantenerle in equilibrio, ossia a saperle gestire al meglio.

Di fronte ad alcune situazioni viviamo emozioni forti ed intense,che possa essere gioia, euforia, paura, felicità, non esistono emozioni giuste o sbagliate, esistono emozioni relative al contesto reale che viviamo, come la paura, che si manifesta quando ci sentiamo minacciati ed è giusto che ci sia, anche perchè in quel caso di minaccia poi scatta la nostra reazione che ci mette in allerta, se non provassimo quell’emozione potremmo cadere in uno stato di attività avventate. Diversamente se invece vivessimo un’emozione di paura in un contesto che non lo richiedesse, in una situazione solamente creata dalla nostra mente, allora potremmo risentire della performance ed ecco che questa emozione presente in un contesto non reale potrebbe condurre il nostro comportamento e guidarlo a reazioni negative.

Riuscire a gestire le nostre emozioni ci permette di creare relazioni solide, di pianificare i nostri obiettivi e raggiungerli, riuscendo a dare sempre il nostro meglio.

Saperle riconoscere, accettarle e gestirle è il primo passo verso il successo, perchè, come da inizio articolo, è l’intelligenza emotiva a rappresentare l’80% dei nostri risultati e un modo semplice per iniziare a gestirle è appunto:

  1. Essere consapevoli che non esistono emozioni negative
  2. Le emozioni sono il risultato dei nostri pensieri
  3. Il pensiero non è la realtà, ma un filtro ad essa
  4. Saperle riconoscere e contestualizzare
  5. Imparare a gestirle direzionando i nostri pensieri

Solo così siamo in grado di dare un corso costruttivo a un mondo soggettivo, indirizzandolo a nostro favore e non a nostro sfavore.
Se vuoi approfondire o scoprire di più, scrivimi in privato alla mia email coach@davidepaccassoni.com sarò pronto ad aiutarti e guidarti verso ciò che più desideri, io sono Davide Paccassoni e sono il tuo Mental Coach.

Davide Paccassoni

Ciao, mi presento, sono Davide Paccassoni e sono Mental Coach e Mental Trainer Certificato. Voglio iniziare dal condividere con te lo scopo per cui ho scelto di fare il Mental Coach: “Lo scopo della mia vita come Mental Coach è di essere una persona che si ama, amata e che sappia amare, capace e competente in quello che fa con autorevolezza e carisma, sviluppando crescita e credibilità con metodo e piena consapevolezza per renderlo sostenibile nel tempo per se stesso e per gli altri”. Dietro questa chiara e ben definita direzione si nascondono più di 20 anni di conoscenze in ambito aziendale, sportivo e musicale. Più di 20 anni di esperienza nel Business; progettazione, retail, marketing e comunicazione, le basi che mi ha permesso di sviluppare e accrescere la mia professionalità ma anche la passione per la musica, diventa una vera professione dal 2002 al 2009 (Tour in italia, Germania, Romania e Stati Uniti). Questo bagaglio di esperienza è diventata poi fonte di ispirazione nel mondo dello sport (Futsal) portandomi a lavorare e seguire campioni del calcio a 5.