Renè Bonante, da Pupella Maggio a Pippo Baudo, gli anni meravigliosi della sua carriera fino agli ultimi progetti | INTERVISTA

Da visagista e truccatore, l’anima ha avuto un’importanza fondamentale nella mia carriera.”

Queste le parole del Visagista del mondo del teatro e della tv Renè Bonante, ospite di M Social Magazine per una chiacchierata con noi e con voi cari lettori e amici del Magazine. Da Pupella Maggio a Pippo Baudo, Renè ci riporta in anni meravigliosi della sua carriera arrivando sino ad oggi con i suoi nuovi progetti. Ecco a voi la nostra chiacchierata. Buona lettura.

Visagista, curatore dell’anima (prima che del viso) e un grande uomo sia nella vita privata che nel mondo della bellezza e dello spettacolo. È d’accordo con me signor Renè Bonante?

Da visagista e truccatore, l’anima ha avuto un’importanza fondamentale nella mia carriera. Mi sono sempre ritenuto un interprete della donna e non un tecnico che deve sovrapporre un cosmetico. Riconosco e ne vado fiero per la stima che mi hanno accreditato negli anni.

Da sempre in prima linea nel mondo del cinema della TV e del Teatro con il suo lavoro da visagista, può raccontarci come ricorda i suoi inizi?

Tutto iniziò presso una cabina estetica di un noto parrucchiere napoletano, dove mi sentivo particolarmente attratto dal mondo della bellezza…. lì scoprirono il mio talento.  Il primo approccio fu nel mondo della moda e subito dopo, grazie ad un incontro con una grande artista, la mitica PUPELLA MAGGIO partner storica del grande EDUARDO DE FILIPPO, e tante altre di grande spessore, mi si aprirono le porte al mondo del teatro, del cinema e della televisione nazionale e privata. Di PUPELLA conservo una dedica che ancora oggi rileggendola, da forza al mio lavoro…

Sappiamo che è in atto un nuovo progetto che riguarda la bellezza della donna. Ci racconti.

Da anni docente di make up in varie scuole di estetica sia in Italia che all’estero ed autore del manuale “IL TRUCCO C’E’… METAMORFOSI DI UN VOLTO” eurobook Guida editore. Da visagista, dopo tante esperienze, ho interagito nel mondo della cosmetica. Ad onor del vero ho sempre ritenuto che gli incontri nella vita fanno la differenza, e la testimonianza ne è la cosmetologa austriaca Elfi Rauch, Vienna. Con la padronanza del mio lavoro, la maturità artistica, portai in Italia, proprio a Napoli, una grande novità: l’allestimento del famoso primo camerino solo trucco FAST BEAUTY. Per il rispetto e l’amore per il mondo femminile, nel 2012 da una mia idea nacque un progetto di volontariato a favore delle donne in oncologia. Due volte a settimana, in collaborazione con il mio staff, allestivo un camerino trucco e parrucco presso l’ISTITUTO PASCALE di Napoli, dando un supporto al percorso dell’anima, elargendo consigli mirati alle problematiche di suddette donne. Quindi nasce l’idea “MAKE UP PER UN SORRISO”. Il testo vede la collaborazione del DIRETTORE DEL REPARTO DI PSICOLOGIA ONCOLOGICA, PROFESSOR FRANCESCO DE FALCO e della DOTTORESSA IN CHIRURGIA DERMATOLOGICA E VENEREOLOGIA NADIA RUSSO, il testo edito da Graus Editore. Ai tempi del covid-19, l’associazione RD Replay che da anni mi sostiene ha ritenuto opportuno per due giorni a settimana, martedi e venerdi dalle 10:30 alle 18:30 in Via Domenico Morelli 49 (NA) mettere a disposizione in bellezza e accoglienza, uno staff di look makers per trucco e parrucco: FAST THERAPY; rispettando tutte le norme dei decreti emanati dallo stato in merito all’emergenza, il camerino accoglie in modo individuale e solo ed esclusivamente per appuntamento. Norme da sempre rispettate…

Prima di salutarci e ringraziarla per la sua presenza qui su M Social Magazine le chiedo un pensiero sul periodo difficile che noi tutti stiamo vivendo.

Siamo nella seconda fase, l’inizio di una ripresa che non sarà facile perché noto una divisione confusa tra chi agisce come se nulla fosse mai accaduto e chi invece vive costantemente con paura. Spero che futuristicamente si possa ritornare alla normalità con la consapevolezza di aver vissuto questa pandemia a livello mondiale che ha tragicamente rimarcato la nostra storia sia da punto di vista dell’anima che dell’economia. Mi auguro che il futuro per i giovani sia come è stato per noi… di spensieratezza ed allegria. Il mio pensiero si unisce ad un grande :”La bellezza salverà il mondo”, Dostoevski. Un grazie speciale dal profondo del cuore va a un caro amico, Christian De Fazio, direttore di M Social, che mi ha dato questa splendida opportunità di raccontarmi. Ció che non vorrei mai è vivere in bianco e nero… il vostro amico Renè

Rosa Spampanato

Rosa Spampanato anni 35. Amante della scrittura. Collaboratrice per diversi Magazine Online nella sezione spettacolo: Cinema, Musica, Teatro e TV.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *