LuisaViaRoma for Unicef, evento benefico con Chiara Ferragni e Bocelli il 28 e 29 Agosto a Capri

“Chiara Ferragni, è un esempio positivo di successo italiano nel mondo.”

Cosi il CEO Andrea Panconesi (durante un’intervista), parla dell’imprenditrice Chiara Ferragni, in attesa di vederla all’evento LuisaViaRoma for Unichef che si terrà a Capri il 28 e il 29 Agosto 2020 e organizzato per l’appunto dal marchio tutto italiano LuisaViaRoma.

Sarà cosi l’evento estivo più atteso, evento che vedrà la partecipazione (oltre a quella della Ferragni), del tenore Andrea Bocelli. Nomi importanti per un marchio ed una causa altrettanto importanti. Evento che permetterà cosi all’Unicef di aiutare (come sempre e da sempre), i bambini più bisognosi.

Ma facciamo un passo indietro.

LuisaViaRoma, è un nome e un marchio che oramai rappresenta il Made in Italy nel mondo. La maison in breve tempo da boutique si è trasformata in un e-commerce di lusso internazionale.

“Oggi LuisaViaRoma.com”, spiega Panconesi, “E’ una finestra sul mondo.”

L’evento LuisaViaRoma for Unicef, nasce però da un’idea della figlia di Panconesi, desiderosa di creare un’associazione che aiutasse i bambini più bisognosi. Insieme poi al padre hanno deciso invece di sostenere chi da sempre aiuta chi ne ha più bisogno come l’Unicef.

Nella serata del 28 Agosto 2020, la maison presenterà al pubblico il libro: Luisaviaroma – window to a fashion future world”, dove a fargli da madrina sarà per l’appunto Chiara Ferragni, legata al brand italiano dal 2009, anno in cui iniziò la sua carriera nello store di Firenze. A tal proposito Panconesi racconta:

“Chiara ha avuto il merito di evolversi e trasformarsi in una vera imprenditrice e quindi nessuno meglio di lei può raccontare la storia di LuisaViaRoma.”

Il progetto Editoriale (edito da Rizzoli New York), vedrà i testi di Cesare M. Cunaccia, testi che ripercorreranno la storia della boutique dal punto di vista creativo e iconico.

Il 29 Agosto 2020 l’evento vedrà la partecipazione di Andrea Bocelli con la sua musica dal vivo. Durante la serata si terrà un’asta di beneficenza, asta, che permetterà cosi all’Unicef (grazie ai soldi raccolti), di garantire cure e protezione ai bambini in difficoltà.

La maison inoltre, ha deciso di donare 25.000 euro per il rifacimento e l’adeguamento dell’impianto elettrico del sito storico.

“Sarebbe stato fuori luogo realizzare un evento con i 500 o 1000 invitati degli anni scorsi”, racconta Panconesi, poi continua, “Ma la vita deve continuare e dobbiamo abituarci a questo stato di cose, perché durerà finché non avremo trovato il vaccino. E soprattutto dobbiamo continuare a fare cose per gli altri, in particolare per i bambini”

Rosa Spampanato

Rosa Spampanato anni 35. Amante della scrittura. Collaboratrice per diversi Magazine Online nella sezione spettacolo: Cinema, Musica, Teatro e TV.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *