Burger di soia con zucca e quinoa rossa | Vegan | Filippo Prime

Nonostante la coldiretti abbia di recente dichiarato un furto d’identità l’utilizzo di termini come burger per indicare quei dischi vegani a base di legumi io oggi vi propongo un’altra variante dei miei BURGER di soia. Credo inoltre che prossimamente vi proporrò la mia ricetta del salame di cioccolato. Dite che quello si possa ancora chiamarlo così???

INGREDIENTI (per 6 burger)

  • 120gr soia secca
  • 350gr polpa di zucca
  • 100gr quinoa rossa
  • 130grr farina di mais
  • Sale fino qb
  • Pepe nero in polvere qb
  • Olio evo qb
  • 2 foglie di salvia

PROCEDIMENTO

Per prima cosa, ovviamente, se sceglierete di utilizzare la soia secca dovete prendere in considerazione il fatto che dovrà essere reidratata per almeno 6 ore e successivamente lessata in acqua per 30minuti.

Io consiglio quasi sempre di utilizzare i legumi secchi invece di quelli in scatola tuttavia se preferite velocizzare la ricetta potrete sostituire la soia secca con 350gr di soia precotta e il risultato sarà pressoché molto simile.

Tagliate la zucca a pezzettoni e disponetela su una leccarda rivestita con carta forno. Irrorate con un filo d’olio e un pizzico di sale quindi infornate a 140°C per 20 minuti con forno preriscaldato. Terminata la cottura estraete la zucca e lasciatela raffreddare. Tenete da parte la leccarda con la carta forno che servirà alla fine.

Sciacquate, in un colapasta a maglia fitta, la quinoa sotto l’acqua corrente e trasferitela in una casseruola assieme a 200ml di acqua fredda e un pizzico di sale. Portate su fuoco basso e fate cuocere per 15 minuti con il coperchio.

Al termine della cottura la quinoa deve aver assorbito tutta l’acqua. In caso contrario prolungate la cottura per qualche minuto ancora. Infine rimuovete il coperchio e lasciate riposare fino a quando si sarà raffreddata.

Unite in un mixer i cubetti di zucca, la soia cotta e la salvia. Salate e pepate a piacere quindi frullate fino ad ottenere un composto omogeneo. Trasferitelo in una terrina e, con l’aiuto di un cucchiaio di legno, amalgamatelo assieme alla quinoa e alla farina di mais.

Dividete l’impasto in 6 parti uguali e dategli la classica forma rotonda. Disponete ora tutti i burger sulla leccarda usata prima. Ungeteli con un po’ di olio aiutandovi con un pennello da cucina e infornateli a 200°C per 15 minuti.

I burger sono pronti per essere serviti, magari con un contorno di patate o radicchio ai ferri. Se ne avanzano si possono conservare fino a 3 mesi nel freezer. Meglio se congelati previa cottura.

Filippo Prime - VeganQuantoBasta

Chef Vegano per passione e per lavoro. Propongo ricette che hanno come filo conduttore il gusto, la tradizione e la semplicità. Seguitemi su Instagram @vegan.qb e su Facebook