Yuliya tra Cinema, Teatro e TV si racconta: “Il teatro mi dà carica e stimola la mia creatività. Mi sento parte integrante di tutto il meccanismo” | INTERVISTA

“Vivo a Napoli da ben 23 anni e con grande orgoglio le dico che mi sento parte di questa terra e di questa città”


Cosi Yuliya Mayarchuk (attrice di Cinema Teatro e Tv), si racconta a noi di M Social Magazine, in una bellissima intervista in cui ho avuto modo di conoscere una donna e una madre e un’artista saggia e molto dolce. Una donna che non si preclude nulla sia nella vita privata che lavorativa nonostante sia mamma di due bambini che in questo periodo di lockdown la tengono parecchio impegnata, come lei stesso ci racconta: “Sono mamma di due bimbi e sono molto impegnata, ma non mi spaventa ciò perché basta organizzarsi.”
Anche se a casa come tutto il mondo dello spettacolo, Yuliya era impegnata nello spettacolo teatrale “Una folle Normalità”, sospeso a causa delle restrizioni pandemiche che noi tutti conosciamo.
“Ultimamente sto lavorando tanto a Teatro”, ci spiega Yuliya, poi continua: “È un ambiente che mi dà carica e stimola la mia creatività. Gazie al teatro mi sento parte integrante di tutto il meccanismo”.

Yuliya benvenuta tra le pagine di M Social Magazine. In questo periodo di fermo per il mondo dello spettacolo lei come lo sta vivendo?
Fortunatamente la sto vivendo bene anche perché sono mamma e come tale sono molto impegnata e stando a casa mi occupo di loro sempre. Ovviamente quando non sono impegnata con loro cerco di tenere la mente occupata con corsi di creatività peravere la memoria costantemente allenata cosi da poter essere nuovamente pronta una volta che il tutto ripartirà. In più sto studiando dei nuovi copioni.

Donna e mamma in carriera. Come riesce a coniugare il tutto e come riuscirà una volta che riprenderà il suo lavoro.
Credo che non esista una formula giusta, io stessa la sto ancora cercando. Alla base di tutto sicuramente ci vuole una buona organizzazione. Ad esempio la mattina presto quando mi alzo faccio ginnastica e meditazione mentre i bimbi dormono. Poi la sera mi preparo il menù per tutta la settimana. Cerco di ottimizzare i tempi.

Come attrice lei ha lavorato in Tv, al Cinema e in Teatro. Dove si sente di più a suo agio?
Indubbiamente il Teatro. È diventata la mia passione, perché riesce a caricarmi, mi stimola e stimola la mia creatività. tutto il lavoro che c’è dietro ovvero dalla costruzione dei personaggi, le scene o stesso il fatto di entrare in sintonia con gli attori rende il tutto affascinante. Sono tutta una serie di dinamiche che mi piacciono molto e che mi fanno sentire parte del meccanismo.

Nelle sue collaborazioni in teatro lei vanta nomi come Nino Frassica e Vincenzo Salemme.
Posso dirle che al solo pensiero e ricordo mi sento onorata. È un regalo che porterò sempre nel mio cuore , per tutta la vita. Stare su un palco con persone con una professionalità cosi importante e con un talento cosi spiccato, inevitabilmente ti contamina e riesci ad imparare da loro solo osservandoli. Ti arricchisci attraverso la loro ricchezza intellettuale e lavorativa. Ecco potrei stare qui fino a domani, il senso è che ciò che ti porti a casa è un baglio enorme e prezioso.

Torniamo al Cinema. Nel film “Mai per sempre”, veste i panni di Maria. Una storia e un ruolo forte.

Maria è una donna che vive la sua storia d’amore come tutte le donne. È felice con il suo compagno, sta cercando di costruirsi una sua famiglia nella speranza che arrivi il figlio tanto desiderato. Ma dal passato arriva il suo ex marito che distruggerà la normalità di questa donna. Il passato ritorna da Maria e con esso anche l’uomo che le porterà via il suo sogno.

Come donna dello mondo dello spettacolo ha mai sentito la differenza tra uomini e donne? In molte attrice accusano questo mondo di tale differenza.
Personalmente no, però esiste una netta differenza tra i ruoli dedicati alle donne e a quelli scritti per gli uomini. Per farle un esempio, in teatro delle volte si formano compagnie dove è possibile trovare sette uomini e tre donne, e per il Cinema e la Televisione è lo stesso. Quindi siccome noi donne siamo tante e i ruoli a noi dedicati sono pochi è molto difficile lavorare.

Ha mai pensato di fare la regista?
No non fa per me. In passato ho prodotto spettacoli teatrali, mi sono divertita anche tanto, ma non fa per me. Preferisco mettermi a servizio del personaggio e viverlo intensamente.

Da piccola sognava il palcoscenico o il cinema?

Sognavo un palcoscenico ma non era quello teatrale perché facevo ginnastica artistica. Sin da piccola però ho sempre cercato inconsapevolmente di mettermi in mostra partecipando alle recite in parrocchia o a scuola. Pensandoci ora non ho mai avuto paura o soggezione di questo mondo e ho sempre avuto questa energia che spingeva verso un sogno che poi fortunatamente è diventata una realtà.

Ho letto che lei si definisce “Ucrainanapoletana”… Perché?
Perché vivo qui da ben 23 anni e amo Napoli e i napoletani, per la loro allegria, per la loro generosità e per il loro talento artistico(che facciano o no questo lavoro). Mi sento parte di questa città e di questa gente che ogni giorno mi fa sentire amata. Con tanto orgoglio le dico che sono riuscita ad unire le mie tradizioni a quelle napoletane, senza mai abbandonare le mie radici importantissime per me.

Pochi giorni fa’ ha dedicato un video alle donne recitando le parole del premio Nobel William Golding.
Devo dire la verità non tutte le donne hanno apprezzato e capito il mio gesto. Volevo dare valore alle donne attarverso delle parole e profonde di un grande uomo valorizzando ciò che noi siamo e possiamo essere, perché nel nostro vissuto c’è tanto, anzi molto di più. Diamoci valore per quello che siamo.

Credits

Antonio Carlo Moccia

TITOLARE

THE MAC LIVE

antonio@themaclive.it
booking@themaclive.it
www.themaclive.it

Rosa Spampanato

Rosa Spampanato anni 37. Amante della scrittura. Articolista per M Social Magazine Articolista per il Quotidiano LaSicila Collaboratrice per il Magazine Cherrypress e per la testata locale Rivista Zoom Sezioni di Riferimento Cinema TV Musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *