Affamata, ironica, spigliata ma soprattutto INEDITA, chi? Ma la “Adriana” Volpe del deserto a PECHINO EXPRESS!

Se il buongiorno si vede da i #MATTUTINI, questa edizione di Pechino Express si preannuncia davvero una bomba.
E’ andata in onda la prima puntata, ricca di personaggi interessantissimi e con un ritmo incalzante verso la meta Africana. Avremo tempo di commentare ogni concorrente ed ogni coppia del reality di Raidue, ma oggi parliamo di lei: la (Adriana) Volpe del deserto.
La presentatrice di “Mezzogiorno in Famiglia”, reduce dalle fatiche del suo “Profumo D’Estate” si mostra in una veste inedita, ironica, spigliata (non manca l’affilatissima battuta all’ex collega Magalli, ndr) ma soprattutto: AFFAMATA.
A vederla così slanciata e sempre in forma, mai avremmo potuto affermare che (merita l’hastag) #lavolpemangiasempre : Adriana durante tutta la prima puntata ha frequentato i migliori ristoranti di Tangeri, ha – letteralmente – azzannato dei poveri panini e non si è fatta mancare neanche dolci tipici delle case ospiti, probabilmente lasciandole senza viveri per molto tempo. Ragion per cui abbiamo fortemente temuto che, nella prova con le pecore, la Volpe tirasse fuori tutto il suo istinto (nomen omen) e addentasse le malcapitate bestiole. Fortunatamente ciò non è avvenuto, seppure abbiamo notato che, tra tutti i concorrenti affaticati, sudati e molto provati dalle temperature africane, Adriana abbia avuto sempre una pelle luminosa e perfetta (del resto si sa che il sole bacia i belli) nonché outfits impeccabili e senza macchia… come abbia fatto?
Lo scopriremo presto qui su M Social Magazine.
Per ora godiamoci la prossima puntata di Pechino Express per vedere se i #MATTUTINI sapranno conquistare anche la seconda tappa.

RIMANI AGGIORNATO SULLE NOVITA’ – Iscriviti gratuitamente qui!

[mailpoet_form id=”2″]

Christian De Fazio

CEO & Editore di M SOCIAL MAGAZINE, Autore Televisivo, Attore, Mistery Shopper e molto altro... Appassionato di Musica, Televisione, Cinema e Viaggi, alla ricerca sempre di nuovi stimoli.