Festival Paganiniano di Carro 2019 si apre il sipario il 13 luglio!

Ne avrete sicuramente sentito parlare…. Se così non fosse prendete nota!

Torna il Festival Paganinaino di Carro! La rassegna che celebra il genio di Niccolò Paganini e il virtuosismo strumentale. Diventa “maggiorenne” il Festival quest’estate, e ci promette ancora una volta una rassegna imperdibile! I suoi punti fissi e di forza? Primo la Società dei Concerti onlus della Spezia, ideatore e organizzatore delle manifestazione, secondo la musica del grande maestro del violino e terzo il viaggio attraverso i borghi liguri che si affacciano sul mare, e si snodano tra l’Alta e Media Val di Vara.

Si parte oggi 13 luglio, ovviamente a Carro, in Piazza della chiesa con il Vincitore del Premio Violinistico Paganini di Genova 2018, il diciannovenne Kevin Zhu, accompagnato al pianoforte da Valentina Messa.

Gli appuntamenti saranno 16, gli artisti saranno moltissimi, per citarne alcuni: Klaidi Sahatci (1°violino dell’Orchestra Tonhalle Zurich) che terrà un recital lunedì 15 luglio a Levanto, l’arpista Alexander Boldachev che si esibirà l’8 luglio a Vernazza, il violinista Stefan Milenkovich che accompagnato Simone Soldati, pianoforte sarà il protagonista della seconda serata a Carro, il CalidoreString Quartet (in collaborazione con il Festival Internazionale di Musica da camera di Cervo) a Bonassola il 30 luglio, uno spettacolo su Rossini e Paganini sabato 3 agosto ad Ameglia, con il MusicattoreLuigi Maio, e per la chiusura il 14 agosto il Quintetto d’archi dei Berliner Philharmoniker con TatjanaVassiljeva.

Anche i paesi toccati saranno molti e anche in questa edizione al fianco dei tradizionali appuntamenti serali si terrà il Campus Musicale Estivo dedicato alla musica d’insieme, rivolto agli studenti del Conservatorio Puccini della Spezia. In ultimo, prima dell’esibizione del 14 agosto alle 18.30, il pubblico avrà modo di conoscere ancor meglio Paganini grazie ad una conferenza dove Nicolò Paganini, discendente diretto del grande musicista, parlerà di questa famiglia, del legame del violinista con Parma, della sua giovinezza, dei suoi affetti, attraverso le lettere e gli episodi della sua vita. Se non volete perdere l’occasione di una serata Ligure a suon di musica potete contattare SdC onlus www.sdclaspezia.it 

Annalisa Stretti

Giornalista Pubblicista, esperta in Comunicazione