“Macerata Capitale dello Sport”: al via la 9′ edizione dell’Overtime Festival

Scalda i motori la macchina organizzativa della 9^ edizione di Overtime, festival del giornalismo, racconto ed etica sportiva in programma dal 9 al 13 ottobre 2019 nel centro storico di Macerata. Per l’ennesimo anno la kermesse griffata Pindaro Eventi, guidata dai fratelli Angelo e Michele Spagnuolo, è pronta ad ospitare una ricca serie di iniziative, incontri, interviste, rassegne, mostre, convegni all’insegna dello sport, del racconto e del giornalismo sportivo.

Una manifestazione tra le più prestigiose a livello nazionale, che negli anni ha fatto sempre registrare un bel successo in termini di affluenza, intrecciando il giornalismo e racconto sportivo delle imprese di grandi campioni alle piccole battaglie quotidiane di ogni singolo appassionato. Campioni di ogni genere, giornalisti e scrittori, recordman e atleti paralimpici che hanno raccontato la loro storia a Macerata. Grandi imprese sportive ma anche grandi numeri.

Saranno cinque giorni ricchi – come di consueto – di incontri, mostre e interviste all’insegna del grande sport. Filo conduttore di questa edizione saranno i “Numeri” sotto forma di date, ricorrenze e insolite coincidenze.

Tra gli ospiti si segnalano due grandi ritorni come quelli di Pierluigi Pardo e Federico Buffa, entrambi protagonisti della giornata di sabato 12 ottobre, e volti noti come Cristiano Militello, Giorgia Palmas e Paolo Condò. Tra i grandi uomini di sport presenti a Macerata nei cinque giorni dell’Overtime spiccano Mauro Bergamasco, simbolo di una generazione di rugbisti, Alessia Filippi, indimenticata campionessa del nuoto italiano e Giulia Quintavalle, primo oro olimpico femminile nella storia del judo a Pechino 2008.

Per l’edizione di quest’anno abbiamo deciso di dare i numeri – scherzano i fratelli Spagnuolo – Il tema centrale sarà proprio quello relativo ai Numeri. Date, ricorrenze e insolite coincidenze. Numeri di maglie, record, cronometri e chilometri”. Chi saranno gli ospiti e i protagonisti che saliranno sul palco della nona edizione di Overtime Festival? Tutto il programma sul portale dedicato overtimefestival.it.


Confermata anche quest’anno la grandissima varietà di documentari sociali e cortometraggi in tema sportivo, provenienti da tutto il mondo. Dalla Russia alla Francia, dalla Spagna alla Romania, ma anche dal Sud America (Colombia, Messico, Brasile, Argentina), dagli Stati Uniti, dal Sudafrica, dalla Turchia, dalla Thailandia, dal Nepal. Tutti lavori premiati in una apposita categoria di film stranieri. Novità del 2019 la collaborazione con Endorfine rosa shocking, rassegna cinematografica ideata e curata da Laura Aimone che si svolge da due anni a questa parte a Treviso. Protagonista assoluto dei film proposti l’universo femminile, in un intrigante giro del mondo attraverso discipline sportive disparate. Fugaci incursioni in realtà molto lontane eppure rese così vicine grazie al linguaggio universale dello sport. Al centro di ogni storia le donne, non necessariamente atlete affermate, quanto più spesso persone che, attraverso discipline sportive diverse più o meno note, trovano la forza di sfidare le convenzioni, di mettere in discussione la propria esistenza e di guardarsi dentro per riuscire a guardare oltre.

il 14 ottobre con il sold out fatto registrare da Federico Buffa (presente anche quest’anno con il suo storytelling inimitabile), uno dei protagonisti assoluti insieme a Beppe Bergomi e Giorgia Rossi. Anche quest’anno Macerata è pronta a trasformarsi in capitale del giornalismo sportivo, in un’altra cinque giorni di passione e di colore tutta da vivere.

Armando Biccari

Mi chiamo Armando Biccari ho origini pugliesi sono un giornalista ho lavorato e lavoro lavoro per diverse Testate giornalistiche online e Carta Stampata, e Radio TV ho vissuto in diverse città Italiane Genova, Venezia, Prato Macerata. Tra le mie passioni ci sono oltre al Cinema la comunicazione musicale Sociologia dei New Media Audiovisivi Televisione, e la comunicazione scientifica e tutto il resto...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *