20 Anni di Grande Fratello | Il 14 Settembre 2000 si aprì la porta rossa per la prima volta!

“Big Brother sarà per la Endemol quello che Topolino è per la Disney.”

Era il 1999 quando John De Mol, l’inventore del Grande Fratello in Olanda, pronunciò queste parole. “Stiamo lavorando a una cosa che diventerà immensa”, raccontava all’epoca De Mol: “tra vent’anni, quando si parlerà di televisione, si parlerà della TV prima di Big Brother e della TV dopo Big Brother”.

Cosi il 14 settembre del 2000 si aprivano per la prima volta le porte del Grande Fratello. Per 99 giorni, dieci concorrenti entravano nella cosiddetta “casa” del Grande Fratello, dove furono costantemente ripresi dalle telecamere di Canale 5.

Per la conduzione dello show fu scelta Daria Bignardi affiancata dall’ inviato Marco Liorni.

Diversi furono i tentativi di irruzione all’interno della casa, dalla trasmissione di “Quelli che il calcio“, sino al TG Satirico “Striscia la Notizia”. Entrambe cercarono più volte di superare le mura della casa e mettersi in contatto con i concorrenti. Striscia la notizia riuscì invece a recapitare un tapiro d’oro nella casa con un elicottero telecomandato.

Il 21 dicembre del 2000 andò in onda la finale, che segnò il record di ascolti con oltre 16 milioni di telespettatori e quasi il 60% di share. A vincere la prima edizione fu Cristina Plevani.

Così il 14 settembre del 2000 divenne per tutti una data simbolo nella storia della televisione. Ad oggi tante le trasmissioni che si rifanno allo stile del reality più seguito di sempre.

“Tra vent’anni, quando si parlerà di televisione, si parlerà della TV prima di Big Brother e della TV dopo Big Brother” (John De Mol, inventore del Grande Fratello in Olanda)

Rosa Spampanato

Rosa Spampanato anni 37. Amante della scrittura. Articolista per M Social Magazine Articolista per il Quotidiano LaSicila Collaboratrice per il Magazine Cherrypress e per la testata locale Rivista Zoom Sezioni di Riferimento Cinema TV Musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *