“Non farti ingannare dall’età” di Antonella Mollia | RECENSIONE

Ritornare da se stessi. Non è fantasia un nuovo inizio per non sentire il peso dell’età, dell’inquietudine. Volersi bene significa anche vedere quella luminosità negli occhi quando ci guardiamo allo specchio. Forse c’è sempre stata e non ce se siamo accorti, oppure si era spenta ed a niente è servita una sfumata di ombretto. Dobbiamo imparare a guardare, ad osservare, a focalizzare i punti come gli obiettivi. Ci sei tu e la tua bellezza. Tutti ce l’abbiamo, che poi si chiami forme, fascino, eleganza, dolcezza, non ha importanza. Non occorre soffrire i cambiamenti che modificano anche la prospettiva delle cose, dei sentimenti. Non adombriamoci negli attimi in cui tutto di noi dice che la data che annualmente ci porta ad uno in più ha aggiunto qualcosa. Già questa è una ricchezza, una fortuna. Non addormentiamoci, però, su ciò che è stato. È sconveniente, poco galante per l’amor proprio. Allora, ritorniamo da noi stessi. È tutta una questione di stile, come l’educazione. Cose che fanno la differenza nella personalità di ognuno insieme ai giusti valori ed al codice morale. Non sciupiamo il benessere con la pigrizia che divora ogni fibra di un corpo che ha bisogno di attenzioni e che va nutrito anche con la sostanza della cultura.

Nel libro Non farti ingannare dall’età di Antonella Mollia respiri autostima. Prende vie strane, l’autostima. A volte, è presente già nel dna e non si fatica molto a conquistarla, altre invece si mette in piedi attraverso un percorso di consapevolezza di sé come se fosse una strada tutta in salita sulla base delle brutture che si è vissuto o dei mala pensieri che ci siamo fatti da soli nella nostra testa. Pensieri che ci hanno fatto stare male. Allora, prendere con le pinze l’autostima e farcela passare come un mantra è difficile perché richiede tempo, determinazione, impegno. Alla fine, ripartiamo da noi stessi, da ciò che vogliamo, da ciò che ci fa star bene, da quello che ci sta bene. In tutti i sensi. Anche solo respirare aria buona, fare una passeggiata, cambia di molto la misura e le distanze che tracciamo tra noi e l’autostima, la fiducia di credere in se stessi. Il benessere passa dal cuore e dal cervello, ma anche dalle frivolezze che sono delle coccole che ci concediamo. La vita, soprattutto delle donne, per Antonella Mollia dovrebbe essere glamour. Dovrebbe sprigionare fascino, stile, per come affrontare il quotidiano, problemi compresi. Gli anni che passano e le esperienze raggiunte dovrebbero fare malìe ai numeri che ogni anno corrono sul calendario del nostro corpo, della nostra vita. 

Sciolta la narrazione dell’autrice. Racconta di sé parlando alle donne come se fosse amica di tutte. È una scrittura franca la sua, senza zone d’ombra. La storia è una sorta di confessione ad alta voce da condividere affinche ognuno possa ritrovarsi o crearsi daccapo.  

Lucia Accoto

Giornalista pubblicista, autrice e conduttrice di programmi TV. Ho la passione per la cronaca nera, per i libri e la moda, senza trascurare lo stile nelle sue sfaccettature. I libri mi accolgono sempre come una signora, posandomi sulle spalle uno scialle di titoli ed emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *