FELIPE C – Un Vero anticonformista della Consolle

 

 

 

 

 


A bando l’EDM, fuori da questo club, Tecno, Trance, Tech House e tutto ciò che non trasmette calore.
Felipe C è il Dj che fa subito estate, un po’ per la sua allegria, la fisicità generosa, ma anche e forse soprattutto per il Sound, che si distingue già dal BPM, che ricorda la spiaggia, il sole e la voglia di far ballare, soprattutto le donne, che in fin dei conti sono quelle che accendono sempre la pista da ballo.

Produttore di sonorità baleariche ed entertainer finalmente diverso dalla massa che si copia e si ri-copia.
Ecco un Vero anticonformista della Consolle: FELIPE C!

Sei un Produttore molto apprezzato. Ai fini delle serate, credi sia ancora un plus saper fare i dischi o è meglio avere 4 amici da portare che fanno una bottiglia da 1000€?
Saper fare i dischi oggi fortunatamente è ancora molto importante, per le serate che faccio devo ringraziare le mie produzioni! Se poi mi raggiunge qualche amico/fan a offrirmi da bere, si brinda tutti insieme e si è tutti felici compreso il proprietario del locale 😉

Come combatti l’approssimazione di tanti Art Director palesemente incapaci? Sei più paraculo o più polemico con loro?
Con i direttori artistici incapaci cerco di essere paraculo ma in modo costruttivo, li faccio sentire a loro agio usando un linguaggio razionale e cortese cercando di “deviarli” da idee orribili senza che se ne accorgano anche se, con loro ho poco a che fare perchè vengo affiancato da una collaboratrice che gestisce il tutto.

Un po’ di tempo fa sei stato il primo ad aver scritto sui social di un tuo disco che non si era cagato nessuno… polemica, autoironia, umiltà o strategia?
Diciamo per autoironia, perchè mi piace “dover fare”/sottolineare qualcosa che gli altri produttori solitamente nascondono, cioè il fallimento di un disco… basta non condividerlo più e farne un altro? noo!… Perchè non dire ai propri seguaci che quel disco ha fatto poco?? Chissà… magari con quel post diventa virale! 🙂

In percentuale, quanti incapaci ci sono dietro le Consolle dei Club Italiani? Quanti schiaffi avresti voluto tirare ai ragazzini che si sentono già arrivati?
Direi un bel 30%. Qualcuno direbbe anche di più, ma spesso vedo dei ragazzi che si impegnano davvero tanto e anche se non sono ancora maturi non hanno l’arroganza di scavalcare chi ha più esperienza… un bel 30% secondo me invece dovrebbe smettere immediatamente di infettare questo settore se no gli schiaffi non glie li tiro io ma il pubblico stesso
.

Il Vocalist fortifica la performance di un Dj oppure lo rende solo più nervoso, perché continua a sparare cazzate?
Il vocalist “bravo” lavora come uno psicologo, da la giusta dose di carisma nel momento giusto e crea una situazione piacevole. Il vocalist “non bravo” invece disturba l’ascolto dei dischi, spezza il momento e la gente è triste ma, balla solo perchè ha pagato il biglietto.

Domani chiudono le discoteche in Italia: tu che lavoro ti metti a fare?
Continuo a fare il deejay produttore in un altra nazione!

Fammi i nomi di 3 bravi, ma che nessuno si ca*a e altrettanti di quelli su cui non avresti scommesso un centesimo e sui quali magari ti sei ricreduto.
Uno molto bravo è Gigi de Martino, anni fa ha creato una hit e ne crea ancora molte ma oggi non è ascoltato come prima anche se per le produzioni che fa e lo style che ha sono da top di gamma per questo settore.

Un altro Bravo si chiama Paolo M, lo seguo da qualche mese, mi piace tantissimo la sua musica e per quello che fa meriterebbe di stare davvero altissimo! Il terzo bravo si chiama: Giacomo Alonzi, siamo cresciuti insieme virtualmente, lo seguo da 10 anni, ci passavamo le tracce da winmx e msn, lui è l’esempio di chi sforna tracce più belle dei big del nord europa, ma è italiano e fa un altro mestiere!
3 nomi su cui non avrei scommesso nulla Sinceramente, non li ho. Non sono un tirapiedi e spero sempre nel successo altrui specie se hanno idee forti.

L’esperienze che non rifaresti mai più nei seguenti contesti: Collaborazioni/Produzioni e Serate/locali dove non andresti più
Anche se mi tocca farli… non farei mai più i “BEACH PARTY” con 40 gradi sotto al sole, ad un passo dallo svenimento, sono stato seriamente male, diverse volte sono stato costretto a sedermi per qualche minuto specie quando la postazione della consolle era scoperta. Spero nei prossimi beach party di trovarmi in giornate un po’ più fresche!

Per quanto riguarda Collaborazioni e produzioni sono contento di tutto il mio operato, nelle collaborazioni con grandi tipo: Vasco Rossi, Alexandra stan, Fly Project ecc. mi è servito un fegato di ferro… sono molto esigenti!!!

Ha ancora senso avere un Agente o sono tutti banfoni in cerca di qualche soldo facile? (Quante volte ti è capitato di non prendere i soldi)?
Secondo me ha senso avere un agente sia per questioni di comodità che d’immagine! Un agente gestisce anche la parte burocratica e legale. Io personalmente ho un agente che mi affianca, ma spesso preferisco gestire personalmente il tutto, specie quando ho a che fare con conoscenti di cui posso fidarmi. Non è mai successo che non abbia ricevuto il mio cachet ma, alcune volte mi hanno chiesto lo sconto alla fine di una serata andata non benissimo, la mia risposta è stata: Se la serata fosse andata meglio di sicuro non vi avrei chiesto di più.

Quante ragazze sono cascate ai tuoi piedi solo perché facevi un lavoro figo? (E tu quanto ne hai approfittato)?
Non credo sia un lavoro figo ma piuttosto è una questione di style. La maggior parte dei dj produttori che conosco sono bruttini, al massimo ogni artista può abbinare lo style al proprio sound e risultare piacevole ma non solo per le ragazze. Comunque ho ricevuto sguardi e complimenti da fanciulle ma non ho mai approfittato.

Ultima domanda: cosa pensavi quando la gente alla tua frase “faccio il Dj”, ti rispondeva: “ok, ma poi che cosa fai“?
ho pensato: Guarda questi non capiscono che fare il dj produttore è UN MESTIERE!!! Ma sono pochi quelli che mi rispondono così! Ormai la gente si sta emancipando quindi spesso mi rispondono: Bel lavoro!!!

Grazie! Salutaci con uno sfogo che fino ad oggi hai sempre tenuto dentro…

Vi saluto!!… BASTA CON LE GIANLUCAVACCATE!!!!

 

Il VideoSaluto…

Fabio De Vivo

Nato a Napoli il 22 maggio 1982. Dj, speaker radiofonico, conduttore televisivo, autore, web content writer ora anche nella famiglia di M SOCIAL MAGAZINE con la rubrica “E POI COSA FAI?”