Francesco De Gregori e Mimmo Paladino tra musica e arte con ANEMA E CORE

Oggi esce ANEMA E CORE, il nuovo progetto di Francesco De Gregori realizzato insieme a Mimmo Palladino.

I due artisti si sono trovati per realizzare un progetto che definire disco è riduttivo così come definirlo semplicemente opera d’arte. Siamo in una terra di mezzo affascinante che vede due amici incontrarsi per un progetto artistico legato alla tradizione napoletana.

Francesco De Gregori, insieme alla moglie Chicca, ha reinterpretato ANEMA E CORE, una canzone napoletana che appartiene alla nostra cultura musicale dal 1950 quando il musicista Salve D’Esposito e il paroliere Tito Manlio la composero. Mimmo Paladino ha realizzato la copertina.

Parliamo di due uomini che hanno caratteristiche emotive molto diverse: Francesco De Gregori è un puro, mostra da sempre serietà e rigore nel suo lavoro di musicista e cantautore. Mimmo Palladino è un impuro, nella sua capacità di accostarsi a diverse forme d’arte: pittura, fotografia, musica teatro.

Questa diversità ha due denominatori comuni che si chiamano passione e sperimentazione. I due le hanno colte, ci hanno lavorato ed infine ci hanno regalato un capolavoro di emozioni, note e colori, “Anema e core”.

Ma partiamo dall’inizio.

Come nasce il progetto?

“La genesi è venuta fuori per casoracconta Francesco De Gregorimentre mia moglie Chicca ed io eravamo al mare. Ho iniziato a cantare questo brano del quale conoscevo giusto il ritornello. Mia moglie mi ha seguito. Ci è piaciuto quello che sentivamo, ci commuoveva. Così ho pensato di incidere il disco”.

Quando Mimmo Paladino entra nel progetto?

“Io entro nel progettospiega Paladinoquando Francesco me lo fa sentire. Ho pensato che mi sarebbe piaciuto realizzare la copertina. Ma non un semplice disegno, ci voleva un’opera che mostrasse quella stessa drammaturgia che offriva la canzone e la loro interpretazione”.

E così la copertina è una xilografia (tecnica d’incisione a rilievo su legni duri, generalmente a scopo di riproduzione a stampa) realizzata in una tiratura di soli 99 esemplari numerati e firmati da Mimmo Paladino e da Francesco e Chicca De Gregori, che racchiude canzone: ANEMA E CORE.

Un’opera d’arte dentro un’opera d’arte.

Il brano, seppur interpretato da tante voci del panorama musicale italiano ed internazionale, Massimo Ranieri e Michael Bublè per citarne solo due, ci arriva in una versione del tutto inedita, anzi due versioni: una acustica, l’altra orchestrale.

Come è stato cantare un brano in dialetto napoletano?

“Gli artisti amano la prevedibilità sorride De Gregoriperché dà garanzie del risultato, io invece ho buttato il cuore oltre l’ostacolo, cercando di superare i limiti. Ho studiato per parlare il dialetto napoletano, per avere una pronuncia corretta. I Napoletani apprezzeranno lo sforzo, sono sempre molto generosi”.

Il videoclip è online su youtube

Monica Landro

Studi classici, una laurea in Lettere e Filosofia e un tesserino dell'Ordine dei Giornalisti. Questo è il CV in estrema sintesi. Ma quello che veramente mi descrive è l'amore per la musica, per i libri, il teatro e i viaggi. Amo cucinare le torte e prendermi cura delle mie piante. Odio i calcoli matematici, le percentuali e i problemi di geometria. Amo stare in mezzo alla gente ma amo ancora di più stare con me stessa. Amo la Sicilia, i suoi colori, sapori e tramonti. Ogni volta che la vita mi sembra difficile, cerco di raggiungere uno scoglio, mi siedo e ne parlo con il mare.