Milano Moda Uomo, ecco le tendenze per il prossimo inverno | Valentino Odorico

Si sono concluse le passerelle di Milano moda uomo dove, sotto i riflettori della capitale della moda italiana, sono andate in scena le collezioni maschili per il prossimo inverno.

A primo impatto c’è una voglia di eleganza, di ritorno allo stile e alla classe.
Interessante il debutto di David Catalan: l’ispirazione della collezione deriva dal guardaroba dei tifosi delle squadre inglesi, i cui brand iconici rappResentano il punto di partenza per la scelta dei pezzi chiave di questa collezione. I colori illustrano ed enfatizzano l’atmosfera e il mood generale dei tifosi il giorno della partita. La silhouette riflette l’identità dello stile casual da calcio, ricorrendo ai suoi pezzi chiave. 

Larusmiani, marchio storico di famiglia, Handmade in italy dal 1922, mette in evidenza l’eleganza silenziosa, gli stili Heritage e la tradizione artigianale in modo chiaro e trasparente ricordandoci che il tempo non ha alcuna influenza sulle icone, sullo stile e sul fascino del vestire timeless.

La collezione Autunno – Inverno 2020/21 “TIMELESS ARCHIVE”, trae appunto ispirazione dall’archivio storico e dall’armonia perfetta della natura che ci circonda e che dobbiamo preservare se vogliamo parlare di futuro. Le armonie di colore sono ispirate ai paesaggi autunnali, con riflessi vivaci che emergono attraverso tinte naturali, dai toni caldi della foresta ai toni freddi della foschia mattutina e del cielo d’inverno. Fendi presenta una nuova visione di uomo contemporaneo, capace di puntare su tagli inediti, su pantaloni insoliti ma che non rinuncia al lusso, ai materiali pregiati, tipici della filosofia Fendi.
Per la prossima stagione, il marchio di lusso Billionaire trova ispirazione nell’iconico playboy, Jay Gatsby: uno straordinario organizzatore di feste, magnate e icona di stile leggendaria. Qui, viene rivisitato in chiave moderna, il dandy Billionaire per i nuovi anni Venti.

La sera è il momento preferito, in cui sfoggia un’incredibile eleganza. La sartoria è opulenta, arricchita da inserti con paillettes, motivi ispirati alla texture del marmo, dettagli che richiamano l’art nouveau e una tavolozza colori regale.

Oro, blu e verde presi dalla colorazione unica delle piume di pavone. I pavoni sono un simbolo ricorrente in tutta la collezione AI20 con l’esotico volatile che appare in una moltitudine di Tecniche e stili. Il pigiama di seta decorato con piume monocromatiche; dettagli del polsini con stampa pavone in filo d’oro; piume blu elettrico su camicie e completi; giacche da pranzo ricoperte da pavoni dorati e fogliame blu.

Tutto il dna di Giorgio Armani spicca nella sua collezione, dove il capospalla è grande protagonista.

Molto interessante l’iniziativa presentata da Diesel: nel quartiere generale di Milano Renzo Rosso, con la presenza del presidente della camera della moda italiana Capasa, ha raccontato la svolta green del brand: attenzione alla filiera, al consumo, alla salvaguardia del pianeta, partendo dalle piccole azioni in azienda, fino a collezioni capsule dedicate che saranno presentate prossimamente. Immancabile anche il tocco street come quello fatto sfilare da brand quali Numero 00 e iceberg: il bomber sarà nuovamente in auge!
Una moda pronta a stupire di cui ne sentiremo parlare a lungo.



PH. Dapì Caimi e press office brand

Valentino Odorico

Consulente in comunicazione e fashion editor, scrive per numerose testate di moda a livello internazionale. E' docente universitario di semiotica della moda e giornalismo. In Svizzera collabora anche con la televisione e la radio, dove conduce programmi e ha varie rubriche.