“Sanremo 70′ va a più 54,5% di share”. E’ il miglior risultato dal 1997 quando la terza serata del Festival, condotto da Mike Bongiorno fece segnare il 55.5%

Anche la serata delle cover/duetti, che ha visto gli orchestrali incoronare la cover di Tosca, è stata premiata dagli ascolti. «Ieri – comunica la Rai – è stata la miglior terza serata per share dal 1997 con 9 milioni 836 mila spettatori e il 54,5 per cento. La prima parte è stata vista da 13 milioni 533 mila persone con share del 53,6, mentre la seconda ha avuto 5 milioni 652 mila spettatori e share del 57,1. Il picco d’ascolto in termini di telespettatori è stato registrato alle 21.33 con 15 milioni 494 mila, in termini di share alle 23.56 con il 60,9 percento». Per Roberto Benigni, andato in scena intorno alle 23, ci sono stati picchi di 14 milioni e mezzo di spettatori e uno share del 20 percento. Amadeus incassa i complimenti del direttore di Rai 1, Stefano Coletta e racconta che «questo è il Festival che sognavo di fare ad agosto se me ne avessero dato la possibilità.

Ma questo risultato è merito anche delle persone che lavorano con me». Durante il suo intervento in conferenza stampa arriva la telefonata di Roberto Benigni: «Ieri sera un’emozione enorme, non ho nemmeno dormito. Sei il migliore conduttore che ho conosciuto». Accanto a lui, in sala stampa, siede Antonella Clerici: «Sono molto contento di partecipare a questa festa. Fatta da una persona che se lo merita. Ha fatto un Festival come voleva lui, invitando gli amici per la festa dei settant’anni del Festival. Chi viene qui è davvero felice di partecipare». E a lei arriva l’endorsement di Coletta: «Antonella è una donna autorevole e coraggiosa, per me sarà un asset della rete ammiraglia». Parole che fanno commuovere la Clerici: «Sono lacrime di riconoscenza, per me è stato un anno difficile. Avevo bisogno di questo affetto». «Con lei vorrei studiare un ritorno meno prevedibile – continua Coletta –, qualcosa di innovativo». Visti i risultati, si comincia a parlare di un Amadeus bis. Coletta si dice possibilista «anche se, davvero, non ne abbiamo ancora parlato». Ama, intanto, spegne l’accenno di polemica tra Fiorello e Tiziano Ferro: «Tra loro c’è un fantastico rapporto. Nessuna polemica. Vorrei difendere il senso di amicizia, di rispetto e di famiglia che c’è in questo festival». Il riferimento è al retroscena sui malumori tra i due ospiti fissi del Festival, dopo l’hashtag lanciato da Ferro #fiorellostattezitto. «È stata una battuta infelice – taglia corto Amadeus – ma non c’è nessun problema tra i due. Fiorello è in perfetta forma, ieri sera mi è mancato molto. Tiziano è splendido e si è anche scusato con Fiorello. Tutto continua con il clima che c’era prima». Per quanto riguarda la lunghezza delle puntate, nessun passo indietro: «Questa è la cifra del mio Festival. Se ho scelto 24 canzoni è perché ho ritenuto fossero meritevoli di esserci. Si accorcia dove c’è una lungaggine, ma è uno show con 24 canzoni: più lungo ma affrontiamolo con il sorriso. Dormiremo la prossima settimana».

La notizia è che il Festival piace ai giovani. Almeno secondo Stefano Coletta, direttore di Raiuno. «Si tratta dei festival dei record. Ma quello che fa la differenza è l’arrivo imponente dei target giovani, siamo passati a sei punti di scarto nella presenza dei giovanissimi, quasi al 55%. Nel 2014 erano a meno della metà, è davvero un risultato straordinario visto che si tratta dell’edizione legata ai 70 anni del festival. Evidentemente c’è fame di memoria». Alla vigilia della finale, Amadeus può finalmente confessare tutta la sua commozione: «Ho fatto il festival che ho sempre sognato di fare, grazie all’aiuto di tutta la Rai che mi sostiene e al mio amico e manager Lucio Presta». Stasera sul palco saliranno Antonella Clerici e Francesca Sofia Novello. Per la prima è un ritorno particolare, dopo un anno sabbatico forzato, per volere dell’ex direttore di Raiuno Teresa De Santis, una scelta che Coletta giudica «una bestemmia, viste le sue capacità». Quanto basta per commuovere la conduttrice, pronta a tornare su Raiuno. «È mancato ultimamente il mio spirito gioioso, vorrei tirare fuori quello che so fare, mi affiderò al direttore». Ma intanto questa sera tornerà all’Ariston. «Sono qui a partecipare a una festa – sottolinea la Clerici – Sono molto contenta del successo di Amadeus, ha invitato i suoi amici, ha scelto le canzoni che gli piacevano, ha fatto il festival col cuore, l’amicizia è stata un po’ la base di questo festival, ha fatto cose eccezionali in maniera normale». Vedremo cosa sarà capace di fare l’ex Deejay Amadeus se riuscirà a ripetersi non solo in termini di ascolti ma anche di critica televisiva in questa penultima puntata prima del gran finale di domani sera.

Armando Biccari

Mi chiamo Armando Biccari ho origini pugliesi sono un giornalista ho lavorato e lavoro lavoro per diverse Testate giornalistiche online e Carta Stampata, e Radio TV ho vissuto in diverse città Italiane Genova, Venezia, Prato Macerata. Tra le mie passioni ci sono oltre al Cinema la comunicazione musicale Sociologia dei New Media Audiovisivi Televisione, e la comunicazione scientifica e tutto il resto...