Terza serata di Sanremo 2020 (cover) in pillole!

Parte la terza puntata del Festival di Sanremo 2020. Questa sera  i 24 Big si sono esibiti con le cover dei brani che hanno fatto la storia della kermesse. Tra i super ospiti troviamo  Mika, Lewis Capaldi, Roberto Benigni e il cast de “L’amica geniale.

Ad affiancare Amadeus  Alketa Vejsiu e Georgina Rodriguez.

Fiorello,  non sarà presente, ma questo era già stato annunciato. Confermato Tiziano Ferro.
A giudicare i big in gara con le cover: l’orchestra. La classifica influirà su quella definitiva di sabato, giorno della proclamazione del vincitore.

Come annunciato in conferenza stampa, Amadeus ha promesso di rispettare i tempi televisivi e di non dilungarsi troppo tanto che Alketa, (già idolo dei Social) per la sua padronanza della lingua italiana, dice: «Ho preso una camomilla, così parlo più lentamente…»

Prima grande e inaspettata sorpresa della serata, il progetto #UnaNessunaCentomila. Un grande concerto in programma il 19 settembre a Campovolo contro la violenza sulle donne. A salire sul palco (a sorpresa sia per il pubblico che per la stampa) Gianna Nannini, Laura Pausini, Elisa, Emma, Alessandra Amoroso, Giorgia, Fiorella Mannoia. I proventi saranno devoluti ai centri antiviolenza.

La gara continua fino ad arrivare a  Lewis Capaldi, il cantautore scozzese e rivelazione del 2019.

Ore 23.19 entra in scena Roberto Benigni  omaggiando Alberto Sordi e Federico Fellini, di cui ricorre il centenario dalla nascita. Il comico toscano è andato subito al sodo presentando «la più bella canzone del mondo»: Il Cantico dei Cantici, un inno all’amore. In molti sul web hanno apprezzato il comico (come all’Ariston), mentre altri gridavano “ridateci Fiorello”. Solo una piccola fascia del web era preoccupato per Tiziano Ferro, ironizzando sulla sua fuga: “Finora… non c’è ombra di Tiziano Ferro, Massimo Ranieri o Claudio Baglioni… resto comunque fortemente guardingo.” (dal web).

Altro grande successo per Mika. “Quando ho imparato l’italiano, qualche anno fa, ho cercato di capire l’Italia. Prima sapevo solo dire “Ciao”, “Ti amo”, “Grazio”. Ho capito una cosa dell’Italia: più la conosci, meno la capisci. Ma ascoltando la vostra musica ho potuto conoscere l’Italia.”

A 00.35 continua la gara con Le Vibrazioni con i Canova in “Un’Emozione da Poco” . Al solo dire: “Dirige l’orchestra Peppe Vessicchio” la platea si lancia in un ennesima ovazione (forse il più desiderato in questo festival) “Non potevo immaginare Sanremo senza Peppe Vessicchio“.

Lila e Lenù (Gaia Girace e Margherita Mazzucco)de «L’amica geniale» fanno il loro ingresso sul palco dell’Ariston con il consenso di pubblico e social. Emozionatissime(ma non impacciate) presentano Enrico Nigiotti con Simone Cristicchi che ripropongono «Ti regalerò una rosa». I social impazziscono per entrambi ma Cristicchi ha sempre il suo fascino: “strepitoso arriva dritto al cuore ❤” (da Facebook).

“La musica abbatte i muri, non ha bisogno di passaporti” è così che Alketa Vejsiu che ringrazia il pubblico e il  nostro Paese, duettando poi  a sorpresa con Bobby Solo, l’«Elvis Presley italiano».

La gara si chiude all’alba con Francesco Gabbani vestito da astronauta e con la bandiera dell’Italia canta “L’Italiano”.

La classifica della serata, basata sui voti dell’orchestra, vede vincitrice Tosca, che raccoglie un apprezzamento quasi unanime per il suo duetto Piazza Grande con Silvia Perez Cruz.

Rosa Spampanato

Rosa Spampanato anni 37. Amante della scrittura. Articolista per M Social Magazine Articolista per il Quotidiano LaSicila Collaboratrice per il Magazine Cherrypress e per la testata locale Rivista Zoom Sezioni di Riferimento Cinema TV Musica