Francesco Boccia: “La canzone con la quale Orietta Berti si presenterà al Festival di Sanremo 2021 la scrissi nel 2015…” | INTERVISTA

“La canzone con la quale Orietta Berti si presenterà al Festival di Sanremo 2011 la scrissi nel 2015. Subito dopo Grande Amore.”

Inizia cosi la nostra chiacchierata con Francesco Boccia autore e cantautore di successo e membro del gruppo(appena tornato da XFactor Romania) TheSuper4, formato da Aurelio Fierro Junior, Sabba, Gregorio Rega e come detto pocanzi dallo stesso Boccia.

Francesco di certo non ha bisogno di presentazioni ma mi fa piacere ricordarvi che nel 2001 partecipò con la bellissima Giada Caliendo a Sanremo con il brano(entrato nella storia) “Turuturu”. Brano che si aggiudicò il terzo posto. Nel 2015 tornò a Sanremo in veste di autore con il brano “Grande Amore”, interpretato da “Il Volo”. E come tutti sappiamo vinse la 65°esima Edizione Del Festival Di Sanremo. Quest’anno ritorna nuovamente in veste d’autore per la grandissima Orietta Berti con il brano: “Quando ti sei innamorato.”

Bentornato tra le pagine di M Social Magazine Francesco. Sappiamo che non puoi svelarci troppo sul brano in gara a Sanremo, ma accontenta la nostra curiosità. Come nasce e quando nasce “Quando ti sei innamorato”?

Nel 2015 (subito dopo Grande Amore), mi venne in mente questa canzone, anzi un tango d’amore, e come ben sai io sono lo scrittore per antonomasia dell’amore. Il brano (scritto a quattro mani con Tommy Esposito) è un pezzo che racconta quello che si prova quando ti innamori di una persona. Brano che racconta tutti i passaggi che fa una persona innamorata, ovvero dal tormento iniziale fino ad arrivare alla gioia che si prova nell’essere innamorati.”

Come fu per Grande Amore, anche “Quando ti sei innamorato” restò chiuso in un cassetto?

Si restò fermo li ad aspettare fin quando un giorno Pasquale Mammaro ci chiese dei pezzi per Orietta Berti che stava preparando un cofanetto di brani per i suoi 55anni di carriera che capita proprio nel 2011. Non appena ascoltarono il pezzo(scelto tra i vari pezzi inviati), dissero: “Questo dovrà essere il singolo del cofanetto che dovrà portare avanti tutto il progetto.”

Un brano quindi che nasce come una sorta di dedica d’amore da Orietta al suo Osvaldo?

Esattamente. Sono una coppia storica e ho immaginato entrambi in questa canzone d’amore. La loro vita e la loro storia d’amore è stata per me fonte d’ispirazione e quando ho dovuto riadattare il testo, è stato tutto cosi semplice ed è nato tutto cosi naturalmente senza artifici. Quando poi ho ascoltato l’arrangiamento finito da Enzo Campagnoli( colui che sta curando l’album di Orietta) mi emozionai tantissimo, piansi come un bimbo.

Banale ma doveroso chiedertelo. Cosa hai provato quando ti hanno detto che il brano era stato scelto per Sanremo?

Mi ricordo che era il 2 Dicembre, ero felicissimo ma restai comunque con i piedi per terra. Quando vedrò Orietta cantare sul palco, allora li ci crederò per davvero e potrò godermi lo spettacolo. Ma fino ad allora nulla resterò tranquillo.

Da quanto tempo tu e Orietta vi conoscete?

Ci conosciamo da tanti anni perché quando avevo 18 anni ero il cantante di DomenicaIn e lei era nel Cast. Quindi m’ha fatto da mamma per un anno. Mi fece pure ingrassare(ride), per le cose buone che portava da magiare. Scherzi a parte, Orietta è una donna straordinaria, semplice e professionale e tanto dolce. Una mamma. Infatti quando ci siamo rivisti m’ha detto: “Ma tu non invecchi mai? Sei bellissimo.”

Cosa ti aspetto o speri da questo Sanremo e dal brano? Magri un nuovo “Grande Amore”?

Ah guarda io non mi aspetto nulla, te lo dico in tutta sincerità. Stavolta partecipo al Festival con la tranquillità mentale di avere una grande canzone, una grande interprete e non mi interessa vincere. Voglio stare li e godermi lo spettacolo e il momento, e sono sicuro che grazie al racconto di questa storia d’amore(la loro storia d’amore), ci sarà una carica emotiva pazzesca. Vedere Orietta(dopo 50 anni di matrimonio) sul Palco Dell’Ariston(e soprattutto dopo tanti anni che non andava), sarà uno spettacolo unico.

Possiamo allora sperare anche in un duetto con Orietta finito Sanremo?

Non lo so. Vediamo come andrà, anche se lei con me è sempre molto gentile e disponibile e mi vuole un gran bene. Ciò che è certo, è che tutto questo è un cerchio che si chiude. Quando ero a Domenica In già sognavo di scrivere un brano per Orietta ed ora il sogno si è realizzato.

Rosa Spampanato

Rosa Spampanato anni 37. Amante della scrittura. Articolista per M Social Magazine Articolista per il Quotidiano LaSicila Collaboratrice per il Magazine Cherrypress e per la testata locale Rivista Zoom Sezioni di Riferimento Cinema TV Musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *