Malika Ayane: “Ad oggi mi sento leggera, libera, e devo dire mi sto divertendo molto, grazie a questo palco sono iniziate nuove fasi della mia vita” | CONFERENZA STAMPA

“Ho imparato a focalizzarmi su me stessa e sulle cose senza mettere da parte il divertimento. Facendo cosi mi sono resa conto che il tempo non è eterno e se non gli dai valore allora è tempo sprecato. L’unica cosa che abbiamo è il tempo e l’emozione che esso ci regala.”

Si apre così la conferenza stampa di MALIKA AYANE che tra poche ore salirà nuovamente sul palco dell’Ariston con il brano “Ti piaci così”. Brano che rispecchia molto l’artista e la sua crescita personale sia a livello lavorativo, sia a livello personale. Arrivando a un esame interiore e un lavoro interiore lungo, come ci spiega la stessa Malika: “in questi anni ho fatto un lavoro su di me e sulla mia interiorità davvero importante. La vita e l’esperienza servono proprio a questo. Il corpo è la nostra anima, facendo yoga, rimettendomi a studiare musica, e dedicarmi a ciò che ho dentro rende tutto molto più semplice. Si tratta di una glorificazione de se, ed è importante amare e sentire quello che siamo e soprattutto quello che facciamo. Se siamo i primi a credere in noi stessi, poi lo faranno anche gli altri.”

Sei anni fa Malika si presentò al Festival arrivando al terzo posto. Oggi dopo sei anni è riuscita a rivedersi e a vedersi com’è cambiata la Malika che oggi è di fronte a noi: “Sono cresciuta, e sono molto meno preoccupata dei giudizi degli altri. Mi sono rivista in quel Sanremo e vedevo il terrore sul mio viso di chi ha bisogno di sentirsi legittimato. Quest’anno ho pensato, io vado a Sanremo, nel peggiore dei casi non piace il brano. E non fa niente se dovesse accadere perché non farà di me una ladra o una cattiva persona.”

In merito poi all’assenza di pubblico all’Ariston, Malika spiega: “Sicuramente l’assenza porta ad uno spettacolo diverso e la stessa regia è stata costruita in base a questa mancanza. Esibirsi però con l’orchestra che ti avvaolge e che ti circonda ha dato a tutti noi l’impressione di cantare con qualcuno e per qualcuno, regalandoci forti sensazioni. Ad oggi mi sento leggera, libera, e devo dire mi sto divertendo molto, perché grazie a questo palco sono iniziate(sia prima, che poi), nuove fasi della mia vita.”

Nella serata dedicata alla Canzone d’Autore, dove Malika ha portato il brano “ Insieme a te non ci sto più”, la stessa ci spiega: “L’idea di portare questo brano è nata da un suggerimento indiretto. Ma poi ho pensato che sarebbe stato bello far conoscere ai giovani una canzone cosi bella degli anni ’60, e poi Caterina Caselli è importante per me.” In merito poi alla coreografia spiega: “Inizialmente era diversa, più intima, ma poi giustamente con le dovute precauzioni abbiamo decisa di modificarla portando comunque un ottima comunicazione.”

Il 26 marzo 2021, in vinile, in CD e su tutte le piattaforme streaming e download, uscirà il nuovo Album “Manifesto”:

“Manifesto è un gioco di parole con il mio nome ma che si presta a molti significati. E’un disco proseguo dei precedenti dischi. Ha un bel equilibro al suo interno con una serie di emozioni. Un ottimo lavoro a mio avviso, dato anche dall’ottimo livello autorale nato con tantissimi artisti italiani. C’è una bella visione collettiva che lo caratterizza, ed è facile immedesimarsi in questo progetto. Credo che sia difficile parlare di musica perché è molto più semplice ascoltarla, e troverete un disco caldo pur avendo sonorità nordiche. Un ottimo lavoro di ricerca.”

Sulle preferenze dei sui colleghi conclude spiegando che: “Mi piace molto La rappresentante di lista, la trovo molto ingamba, anche i Maneskin finalmente hanno potuto far vedere tanto di loro. Ad esempio credo che Lo stato sociale abbiano fatto bene ad usare quel momento per comunicare un disagio generale che tutti ci portiamo dietro. Ora c’è più consapevolezza di questo disagio che tutti noi abbiamo urlato, pero da buona ottimista, credo che con piccoli passi alla volta si potrebbe iniziare a far qualcosa. Il cast di quest’anno a mio parere è un cast autentico e non costruito a tavolino. Abbiamo tutti alle nostre spalle esperienze e storie importanti da raccontare.”

Rosa Spampanato

Rosa Spampanato anni 37. Amante della scrittura. Articolista per M Social Magazine Articolista per il Quotidiano LaSicila Collaboratrice per il Magazine Cherrypress e per la testata locale Rivista Zoom Sezioni di Riferimento Cinema TV Musica