Conferenza Stampa Vincitori Festival di Sanremo 2021 | Fedez: “E’una polemica abbastanza sterile cosa vi aspettavate da mia moglie è mia moglie.” | Maneskin: “le mie e le nostre sono lacrime di gioia.”

A poche ore dalla chiusura della gara e della 71esima edizione del Festival di Sanremo, si apre la conferenza stampa con la presenza (da remoto) dei vincitori: “Ermal Meta , Francesca Michielin, Maneskin.”

Il primo a prender parola è Ermal Meta che stanco ma emozionato spiega: “Buongiorno a tutti, è stato molto partecipare a questo Festival. Sono contento di dire che mi sono mi sono divertito molto, e questo podio è arrivato inaspettato. Grazie a tutti per il supporto sono molto contento.”

A prender parola poi sono Francesca Michielin e Fedez

“Grazie a tutti, è stata una settimana molto bella e siamo davvero felici perchè il pezzo sta volando. Grazie a tutti perché è stata un esperienza fantastica. La sensazione più bella è stata stare insieme ed è stato davvero bello.”

Partono le domande e viene chiesto a Willie Peyote e Colapesce e Dimartino se il non essere sul palco al momento del loro premio abbia creato in loro risentimento:

 “Si è stato abbastanza brutto (commenta Colapesce e Dimartino e non trovo altri termini. Poteva essere fatta meglio è comunque un premio importante a nome di Lucio Dalla e Mia Martina. Molto triste, ricevere un premio in una busta di plastica dato cosi senza nessuna importanza.”

Willie Peyote aggiunge: “….sono daccordissimo con loro. Ricevere il premio nella busta non credo sia carino e non te lo godi direttamente.”

Per Willie ieri è arrivato il premio della critica intitolato a Mia Martini, per un pezzo che lo stesso cantautore aveva paura non venisse capito, spiega e conclude dicendo che: “Sono contento che il mio pezzo sia stato capito. Una volta pubblicato il pezzo diventa degli altri e ognuno poi lo concepisce come vuole.”


La sala stampa saluta i ragazzi per riprendere con i secondi classificati Francesca Michielin e Fedez. Secondi classificati ma i più criticati per l’ incitamento sui social di Chiara Ferragni a votare per il marito e Francesca. In molti hanno accusato il gesto troppo estremo dato che erano quasi ultimi e con le spinte della Ferragni sono arrivati al secondo posto. A rispondere ovviamente è Fedez: “E’una polemica abbastanza sterile cosa vi aspettavate da mia moglie è mia moglie.”

Arrivano poi i Maneskin vincitori di questo Festival e apprezzati da tutti dato l’applauso che arriva da tutta la sala stampa. “Per noi è normale che la moglie di Fedez supporti il marito”, ci tengono a precisare i Maneskin, “ Anche le nostre famiglie hanno fatto lo stesso. Crediamo sia una polemica fuori luogo. Credo sia strano se la moglie di Fedez avesse fatto il contrario.”

Tornando poi ai vincitori e alla reazione di Damiano con pianto a cuore aperto per la gioia, in molti si sono chiesti se dietro a quel pianto cosi potente ci sia stato dell’altro. Magari una sorta di rivincita, magari anche per la non vittoria di XFactor a suo tempo.

Damiano: “Non era un pianto di rivincita o rivalsa. Per me, per noi  XFactor non centra nulla per noi è storia passata. Ci siamo commossi e siamo contenti del nostro percorso. In molti ci vedete come automi ma, noi siamo persone come voi, ed è normale che ci vedete commossi. Abbiamo vinto il Festival di Sanremo e le mie e le nostre sono lacrime di gioia.”

A chi chiede loro se la vittoria fosse dedicato a qualcuno all’unisono rsipondo: “Il nostro team è la nostra famiglia e quindi ribadiamo il nostro affetto e il nostro ringraziamento a loro. Ovviamente il nostro pensiero e il nostro ringraziamento va anche al pubblico che ci ha sostenuto sostenuto e hanno apprezzato il nostro lavoro. È stato un festival con un bellissimo messaggio.”

La vittoria dei ragazzi è simbolo di forza e coraggio per i giovani d’oggi che stanno vivendo un momento di sconforto. A tal proposito i Maneskin ci tengono a mandare un messaggio propositivo spiegando che: “A maggior ragione per il periodo difficile per tutti, vi consigliamo di puntare su voi se stessi. Cercate di crederci oltre gli ostacoli esterni. Createvi una vostra identità. Abbiamo passato anche noi momenti brutti ma non ci siamo arresi. Vincere ha dimostrato che è importante crederci ed andare via per la propria strada. Essere una band non facilita il cammino, quindi è una vittoria doppia.”

Le domande poi ritornano sui secondi classificati, chiedendo loro cosa abbiano provato nel vedersi sul podio, e se questo Festival ha portato loro insegnamenti.

A rispondere è Francesca Michielin che spiega: “ Per me è stato speciale, perché la ragazzina che è in me è diventata donna. Insieme ci siamo sostenuti tanto io e Federico,  soprattutto nelle nostre fragilità.”

Fedez, dalla sua parte risponde: “Francesca è la mia roccia e non credo di aver mai provato un miscuglio di emozioni cosi forti, ….senza di lei sarei svenuto. Definirla la mia roccia è l’espressione migliore.”

Le domande poi si spostano su Eraml Meta e sulla serata dedicata alle cover  in cui Emal ha dedicato e ha proposto il brano ‘Caruso’ di Lucio Dalla. Ciò che desta curiosità è la coincidenza con il brano e la sua esibizione capitata proprio il 4 Marzo 2021. A tal proposito Ermal spiega: “

Questo festival è stato molto strano per tutte le ragioni che conosciamo idem per questa conferenza. Ma deve essere cosi per forza. Per quanto riguarda la scelta della mia cover, ribadisco che  ho scelto una canzone difficile e ne sono consapevole, ma ripeto che non sapevo che avrei dovuta cantarla il 4 Marzo… non capisco dove sia la critica…ho cercato di cantarla bene e, ultimamente vedo che il saper cantare bene o fare bene il proprio lavoro ,sia quasi un crimine ultimamente.”

Conclude poi spiegando che il suo desiderio è quello di dedicare la sua vittoria e il suo podio: “A tutti gli artisti in gara. Abbiamo vinto tutti perchè essere qui vuol dire accendere un pò di speranza.”

La conferenza poi si sposta nuovamente sui Maneskin e su un pezzo palesemente anti- Sanremo: “abbiamo portato questo pezzo perché è il nostro apripista per il nostro progetto…è anti-Sanremo vero,  ma abbiamo portato qualcosa di diverso e il fatto che abbiamo vinto è molto più che propositivo, perché vuol dire che c’è curiosità e entusiasmo.”

La sindaca di Roma, non appena i ragazzi hanno vinto ha espresso attraverso un post sui Social la sua felicità per i ragazzi, che in questo momento sono il simbolo di Roma e di una Roma giovane:

“Abbiamo visto tutti i commenti e ci fa un piacere immenso. Abbiamo fatto tanta gavetta nella nostra città e avere un feedback cosi importante ci fa davvero piacere.”

Protagonista di quest’anno insieme ai ragazzi in gara è stata l’orchestra simbolo di unione e coesione e avvolgimento per tutti i partecipanti. Risultando per tutti un valore aggiunto. Nella serata di ieri, ha pio festeggiato con i ragazzi durante la premiazione. A tal proposito i Maneskin spiegano: “fin da subito abbiamo collaborato benissimo con loro ed eravamo felici…hanno aggiunto tanto senza snaturare il nostro pezzo. Hanno aggiunto colore ed è stato davvero incredibile suonare con 60 musicisti, aggiungendo un plus al brano. È stato un Sanremo vissuto molto a contatto con l’orchestra e molti di loro ci hanno detto che si son divertiti a suonare il nostro pezzo.”

Sul cosa li aspetta dopo questo Festival, oltre all’Eurovision è molto più che chiaro. Un nuovo progetto discografico e si spera(anche se esistono già le date), in concerti fatti con le dovute precauzioni.

“Abbiamo il disco in uscita il 19 marzo ed è un racconto del vissuto sino ad oggi…poi abbiamo l’Eurovision…abbiamo concerti sperando che la situazione sanitaria permetta loro di esserci.”

Prima di concludersi la Conferenza Stampa dedicata ai vincitori, viene chiesto a Francesca Michielin , a Fedez e a Ermal Meta se si sentono di consigliare qualcosa ai ragazzi che andranno all’Eurovision. A prender parola è Francesca Michielin:

“Non hanno bisogno di consigli, è bellissimo parteciare all’Eurovision perche ti dà l’opportunità di condividere con altri musicisti la musica. Godetevi il momento.”

Conclude poi Ermal Meta:

“Non ho un consiglio particolare da darvi,ma l’unica cosa che vi consiglio di fare è: andate li e spaccategli il culo e portate l’Eurovison in Italia.”

Ore 12.05 si conclude la conferenza stampa.

Rosa Spampanato

Rosa Spampanato anni 37. Amante della scrittura. Articolista per M Social Magazine Articolista per il Quotidiano LaSicila Collaboratrice per il Magazine Cherrypress e per la testata locale Rivista Zoom Sezioni di Riferimento Cinema TV Musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *