Il nuovo libro di Alessandro Barbero: “Alabama”

Dopo il libro “Dante”, lo storico e lo scrittore torinese pubblica un altro capolavoro storico avvincente di curiosità storiche della Guerra di Secessione.

Alabama - Barbero, Alessandro - Ebook - EPUB con DRM | IBS

Dal 21 aprile 2021 su tutte sulle migliori piattaforme di e-commerce editoriale online sarà in uscita il libro “Alabama”, edito da Sellerio Editore Palermo e disponibile anche in formato ebook (Adobe DRM), che parla di uno degli argomenti storici importanti come la Guerra di Secessione toccando anche il tema del razzismo. E’ la storia di un eccidio di neri avvenuta in un momento di forte contrapposizione tra i favorevoli alla schiavitù considerandola lo strumento della nascente economia e quelli favorevoli all’idea del libero mercato. In “Alabama” il Cavaliere dell’Ordre des arts et des lettres (ordine delle arti e delle lettere) racconta i dettagli che aveva scoperto molti anni antecedenti, scrivendo un romanzo in linea con l’Età Contemporanea, attraverso il suo linguaggio trascinante e consequenziale e la sua scrittura pregevole e scorrevole. In tale libro la voce della narrazione dei fatti è affidata ad un ‘io narrante’ tra il comico e il dolente con note irritanti. La protagonista è una ragazza, una giovane studentessa che per sapere la verità sui fatti accaduti durante la Guerra di Secessione Americana trova un soldato dell’esercito del Sud, Dick Stanton, anche se restio a parlare. Questo romanzo sembra essere la personificazione nazionale degli Stati uniti d’America che in questi ultimi tempi è esplosa di fronte all’opinione pubblica con alcune tematiche da affrontare come il suprematismo della razza bianca, il razzismo politicante, la paranoia e il desiderio di vendetta personale nel farsi giustizia da sé. Ancora una volta per l’insegnante di storia medievale all’Università degli Studi del Piemonte Orientale, da trent’anni, un altro romanzo di successo. Consiglio di leggerlo questa ennesimo capolavoro storico della genialità barberiana. Buona lettura!

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 15628204_5268598.jpg

SINOSSI

La vicenda di un eccidio di neri, di «negri», durante la Guerra di Secessione. A raccontarla in modo fluviale, trascinante, inarrestabile, l’unico testimone sopravvissuto, Dick Stanton, soldato dell’esercito del Sud, stanato e pungolato in fin di vita da una giovane studentessa che vuole ricostruire la verità. Verità storica e romanzesca, perché Barbero inventa una voce indimenticabile, comica e inaffidabile, logorroica e irritante, dolente e angosciosa, che trascina il lettore in quegli abissi che ancora una volta si sono riaperti.

NOTE D’AUTORE

Alessandro Barbero è nato il 30 Aprile 1959 a Torino. Dopo le scuole superiori, ha frequentato l’Università degli Studi di Torino, dove nel 1981 ha conseguito la laurea con una tesi in Storia Medioevale. Dal 1982 al 1984 ha proseguito gli studi presso la Scuola Normale Superiore di Pisa. E’ stato ricercatore in Storia Medioevale presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata dal 1994 al 1998. Sempre presso l’Università Tor Vergata di Roma, è passato dal ruolo di ricercatore a quello di docente, prima in qualità di professore associato e poi come professore ordinario. Adesso è professore straordinario presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro, a Vercelli. Ha pubblicato romanzi e molti saggi di storia non solo medievale. Con il romanzo d’esordio, Bella vita e guerre altrui di Mr. Pyle gentiluomo, ha vinto il Premio Strega nel 1996. Collabora con La Stampa e Tuttolibri, con la rivista “Medioevo”, e con i programmi televisivi (“Superquark”) e radiofonici (“Alle otto della sera”) della RAI. Tra i suoi impegni si conta anche la direzione della “Storia d’Europa e del Mediterraneo” della Salerno Editrice. Tra i suoi titoli più recenti ricordiamo: Lepanto. La battaglia dei tre imperi (Laterza 2010), Il divano di Istanbul (Sellerio 2011), I prigionieri dei Savoia (Laterza 2012), Le ateniesi (Mondadori 2015), Costantino il vincitore (Salerno 2016) e Dante (Laterza 2020).

Giuseppe De Carlo

De Carlo Giuseppe, 39 anni, laureato in Controllo Qualità indirizzo industriale farmaceutico e appassionato nel giornalismo scientifico e del mondo dello spettacolo. Dal 2018 iscritto all’Ordine dei giornalisti della Campania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *