Adriana Volpe e la brutta figura di Sonia Bruganelli al GFVIP sulla querelle “Selfie con Magalli”

“Praticamente Bruganelli, Giancarlo Magalli si smarca da te. Com’è sta cosa?”

Si apre cosi la puntata del Grande Fratello VIP di ieri primo Ottobre. Si apre con le parole di Alfonso Signorini, rivolte esclusivamente a Sonia Bruganelli e a Giancarlo Magalli che ha raccontato a Verissimo, la sua verità rispetto alla foto scattata con Sonia Bruganelli.

Magalli alle telecamere di Verissimo ha raccontato che la foto è stata scattata con l’intento di irritare Adriana Volpe, ammettendo lui stesso di essere un nemico dell’opinionista.

E così Signorini ha chiesto spiegazioni sul perché di questo cambio rispetto alle dichiarazioni precedenti.

Ma Magalli è lui che ha voluto fare la provocazione”, appunta Sonia ,poi continua: “Lui aveva anche questa intenzione. E credo anche che avendo visto tutto questo clamore, pure lui ha voluto guadagnarci. Giustamente ha voluto la sua parte di popolarità.”

Affermazione condivisa anche da Signorini che giustamente comprende il discorso di Sonia.

A questo punto prende parole Adriana che risentita ricorda alla collega le dichiarazioni della scorsa settimana in merito alle sue dichiarazioni sulla foto: “La scorsa settimana tu negavi però l’evidenza. È questo quello che vorrei chiarire. La verità che lui ha detto è la verità che io ho sostenuto sin dall’inizio.”

“A me no. Non era mia intenzione di fare una provocazione”, ha così obiettato la Bruganelli, che in sua difesa ha così concluso: “Ma io no, non volevo fare una provocazione. Forse lui si”.

Fine primo round ha così aggiunto Alfonso Signorini dando poi il via libera alla serata dedicata ai vipponi. E voi cosa ne pensate? Sarà finita davvero qui? Non ci resta che attendere.

Rosa Spampanato

Rosa Spampanato anni 37. Amante della scrittura. Articolista per M Social Magazine Articolista per il Quotidiano LaSicila Collaboratrice per il Magazine Cherrypress e per la testata locale Rivista Zoom Sezioni di Riferimento Cinema TV Musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *