Fedez e la paura del tumore

Fedez è un personaggio che da tempo è entrato nel cuore degli italiani. È noto anche il suo pensiero sulla LGBT.

La coppia Chiara Ferragni e Fedez ha ricevuto dalle mani del sindaco di Milano, Giuseppe Sala, l’Ambrogino d’oro, la massima onorificenza concessa dall’amministrazione a chi ha dato lustro alla città. I due sono arrivati questa mattina a Palazzo Marino, sede del Comune, per ritirare l’onorificenza che gli è stata assegnata per il loro impegno di raccolta fondi durante l’emergenza Covid che ha permesso di realizzare in poco tempo una nuova terapia intensiva all’ospedale San Raffaele di Milano.

A dicembre 2021 è uscita la serie televisiva “The Ferragnez”. Un racconto autentico che svela il dietro le quinte di una delle coppie più seguite di sempre e i momenti più intimi di una giovane famiglia che lotta appassionatamente per realizzare i propri sogni.

Chiara Ferragni nella prima puntata ha parlato dei suoi problemi relazionali con il marito, Fedez, durante una seduta di psicoterapia di coppia.

Fedez e la paura del tumore.Dietro ai post condivisi ogni giorno su Instagram, quelli fatti di sorrisi, sponsorizzazioni ed eventi, c’è una vita quotidiana simile a quella di milioni di altre famiglie. Liti, incomprensioni e dissapori che Chiara Ferragni e Fedez hanno messo in piazza già dalla prima puntata della loro serie, cominciata con una seduta dallo psicoterapeuta.

Domenica,in un suo post annunciava la pace fatta con un suo storico collega J-Ax. Lunedì durante la conferenza stampa,fatta con J-Ax ha rilasciato anche delle affermazioni, sulla sua recente operazione per via del tumore. Durante la conferenza stampa ha infatti dichiarato: “È arrivato l’esame istologico e mi ritengo molto, molto fortunato. Il mio era un tumore raro, credo che colpisca una persona su un milione, è quello di Steve Jobs per intenderci. La grande fortuna è stata averlo preso in tempo. L’istologico ha fatto vedere che non aveva preso i linfonodi, non ho micro-metastasi, motivo per il quale non ho devo fare la chemio. Quindi sono, non voglio dire la parola, ma al 90 per cento va tutto bene. L’operazione è stata molto importante, mi sono stati rimossi duodeno, cistifellea, pancreas e un pezzo di intestino, ho ancora i punti però miracolosamente mi sto riprendendo, sto ricominciando a fare attività fisica, è solo un tema di di ripresa dall’intervento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.