Frittelle alle mele | Vegan | Filippo Prime

Sebbene le mie frittelle preferite rimangano quelle alla Veneziana (città in cui sono nato e cresciuto) la cui ricetta potete trovarla nei miei articoli precedenti, quest’anno le ho preparate con le mele per accontentare la mia famiglia. Devo ammettere che anche questa versione è fenomenale e ovviamente, purtroppo, sono finite ancor prima di raffreddarsi.

INGREDIENTI

  • 380gr farina
  • 150gr zucchero
  • 250gr mele (circa 2 mele piccole)
  • 100gr tofu al naturale
  • 400ml latte di soia
  • 1 bustina lievito per dolci
  • Scorza grattugiata di un arancia
  • Un pizzico di sale fino
  • 1lt olio di semi
  • Zucchero semolato qb

PROCEDIMENTO

Iniziate frullando il tofu con 100ml di latte fino ad ottenere una crema liscia. A parte, in una terrina, unite la farina, lo zucchero, il lievito e il sale. Mescolate con cura per amalgamare tutti gli ingredienti quindi versate nella terrina anche la crema di tofu, il latte rimanente e la scorza d’arancia.

Mescolate fino ad ottenere una pastella elastica e corposa. Lasciatela ora riposare nel frigorifero giusto il tempo di mondare le mele e tagliarle a piccoli pezzetti. Incorporate questi ultimi nella pastella e amalgamate con cura.

Portate su fuoco medio alto una casseruola con l’olio e scaldate per qualche minuto. Fate la prova con mezzo cucchiaino di pastella. Quando torna subito a galla l’olio é a temperatura ottimale. Aiutandovi con due cucchiai prendete un po’ di pastella per volta.

Dategli una forma simile ad una quenelle e immergete nell’olio. Cuocete massimo cinque frittelle per volta per non abbassare troppo la temperatura. Lasciate friggere fino a quando diventeranno belle scure.

Scolate le frittelle con una schiumarola e adagiatele su un piatto rivestito da carta assorbente. Ripetete la frittura con tutta la pastella. Prima che le frittelle si raffreddino cospargetele con dello zucchero semolato. Servite tiepide o fredde.

Filippo Prime - VeganQuantoBasta

Chef Vegano per passione e per lavoro. Propongo ricette che hanno come filo conduttore il gusto, la tradizione e la semplicità. Seguitemi su Instagram @veganquantobasta e su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *