Luisa Corna ci presenta SENZA UN NOI che anticipa l’album LE COSE VERE | INTERVISTA

“Senza Un Noi” è un brano raffinato, avvolto da sonorità attuali, che esalta la magia dell’amore come di un sentimento che sopravvive in tutta la sua essenza”

Inizia così la nostra chiacchierata con Luisa Corna che dal 5 Gennaio arriva in radio con Senza Un Noi”, il suo nuovo singolo. Brano che  anticipa  l’album  “Le Cose Vere”.

“La musica è nel fruscio delle foglie, nel sibilo del vento, nel movimento del mare, nel canto dei gabbiani, nei giochi dei bambini, negli abbracci degli amanti – afferma Luisa Corna parlando del titolo del suo terzo album: “Le Cose Vere”; poi continua: “La musica è nel suono della terra,in tutte le emozioni che viviamo e in tutte le cose vere che ci appartengono!”

Luisa Corna torna a incantarci con un nuovo progetto discografico, dove il sentimento e l’amore sopravvivono oltre il tempo. Le va di raccontarci come nasce il tutto? 

E’ un progetto musicale nel quale esprimo il desiderio di comunicare le mie esperienze vissute. L’ho intitolato “Le cose vere” proprio per sottolineare l’importanza di quei sentimenti ed emozioni che restano integri dentro di noi anche con il passare degli anni. In questo album ci sono anche due duetti con il grande artista americano Sananda Maitreya, autore e interprete di brani storici come “Sign your name”, “Holding on to you”, e “Divina”, mentre nel videoclip di “Noche in Baires” troviamo come protagonista d’eccezione l’argentino Javier Zanetti, storico campione dell’Inter! Per quanto riguarda invece il singolo che è ora in programmazione “Senza un noi”, e che fa da apripista all’album, nasce dalla collaborazione con Riccardo Brizi, che ha scritto testo e musica, e con Cesare Chiodo, che ne ha curato l’arrangiamento. E’ un brano che racconta la magia dell’amore, quello vero, quel bene assoluto che anche quando è passato in realtà non è mai finito, e sopravvive così oltre il tempo e oltre il distacco. In questo lungo periodo di pandemia abbiamo provato cosa vuol dire stare lontani gli uni dagli altri, soprattutto dai nostri cari, e abbiamo riscoperto così l’importanza di ciò che conta veramente nella nostra vita… ciò che resta sono “le cose vere”.

Cito testualmente: “L’ amore donato e ricevuto non andrà mai perduto.”Allora mi chiedevo e le chiedo: “La musica quanto amore ha donato a Luisa e quanto amore Luisa è riuscita a donare attraverso la musica”?

La musica non mi ha mai abbandonato, o forse sono io che non l’ho mai lasciata, anche quando sembrava che mi fossi dedicata principalmente alla conduzione televisiva. Con la Musica ho sempre avuto un rapporto che definirei “reciproco e paritario”. Credo che l’aspetto più profondo e intenso della musica, nonché la sua qualità più bella, sia il sapersi donare a tutti indistintamente ed  incondizionatamente. Che raggiungesse una o un milione di persone, io ho sempre fatto musica con la stessa passione.  

Quanti e quali sacrifici (come donna) ha dovuto affrontare in nome delle sue passioni e dei suoi sogni?

Quando insegui le tue passioni non ti accorgi mai veramente dei sacrifici che fai finché non ti volti e vedi ciò che hai lasciato dietro. Se mi volto indietro, oggi, posso dire con certezza di non avere rimpianti. Ho sicuramente perso delle opportunità, ma l’ho fatto sempre con la determinazione di chi ha chiara la propria meta, trovandone poi altre.

“Senza un noi”, è il singolo che anticipa l’uscita del nuovo Album: “Le cose vere”. Frase che personalmente mi rimanda al suo percorso artistico tra TV e conduzioni, percorso che (come due calamite) la riporta sempre verso la musica. Sbaglio?

Condurre programmi televisivi è stato molto gratificante, anche perché ho avuto l’opportunità di propormi nella doppia veste di Cantante-Conduttrice. Credevo di poter portare avanti su due binari paralleli entrambe le attività, ma la musica è stata un richiamo troppo forte ed ha avuto la meglio. 

Sembrerà banale chiederlo, ma quali sono “Le Cose Vere” che Luisa cerca in una persona?

La sincerità e il rispetto per il prossimo!

Pian piano la Musica e il mondo della Musica, torneranno a regalarci nuove emozioni. Quindi prima di salutarla e ringraziarla per la sua disponibilità le chiedo: “Quale è il suo auspicio per questa futura ripartenza?”

Stiamo vivendo un periodo storico particolarmente difficile. Alcuni settori sono stati maggiormente danneggiati dalla pandemia e la musica è sicuramente uno di quelli. Per ogni artista che calca il palcoscenico ci sono molti professionisti che operano dietro le quinte, e che ora sono a casa in attesa di ritornare a lavorare. Quindi il mio augurio per una futura ripartenza è quello di dare libero sfogo alla musica dal vivo, riaccendendo di note i teatri, le piazze e i locali.  W la musica!

Rosa Spampanato

Rosa Spampanato anni 37. Amante della scrittura. Articolista per M Social Magazine Articolista per il Quotidiano LaSicila Collaboratrice per il Magazine Cherrypress e per la testata locale Rivista Zoom Sezioni di Riferimento Cinema TV Musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *