Willie Peyote: “Pensavo fossi teso e invece ho scoperto di essere molto tranquillo. Porterò a casa davvero bei momenti.” | Conferenza Stampa

“Le mie emozioni nei confronti di Sanremo e del palcoscenico sono contrastanti. Pensavo fossi teso e invece ho scoperto di essere molto tranquillo. Porterò a casa davvero bei momenti.”

Queste le parole di Willie Peyote (in gara al 71 Festival di Sanremo), a raccontarci e raccontarsi in conferenza stampa che avviene in una bolla isolata (stile radio) dove Willie commenta le puntate del Festival (quando non canta) con due comici invitati da lui.

“Ho sin da subito spiegato ad Amadeus che mi sarei approcciato al Festival in modo diverso dagli altri“, racconta Willie riferendosi a chi l’ha “chiamato coraggio”nel presentare un brano che vada a polemizzare sui fatti accaduti in quest’ultimo anno.

Cerco sempre di arrivare alla gente attraverso i miei testi senza mai offendere(per quanto possibile)nessuno. Credo che Sanremo debba adeguarsi ai tempi (e lo sta facendo), perché è inevitabile fare finta che i tempi e la musica non siano cambiati. Sono più che sicuro che grazie a questo Festival scopriremo e scoprirete tanti nuovi artisti.

Ma ciò che vuole davvero portare avanti è la sua coscienza critica restando se stesso a dispetto del festival:

” Ho sempre avuto dubbi e li ho tutt’ ora”, riferendosi al brano in gara “Mai dire Mai”, poi continua:

“in fase di scrittura ho cercato essere il più attento possibile , cercando di essere coerente con me stesso. Ovviamente con le dovute accortezze. Snaturarsi per essere a Sanremo sarebbe un fallimento per me.

La cover che porterà, Giudizi Universali, sarà fedele al brano originale che canterà con l’autore, Samuele Bersani:
“Non ho ritoccato nulla, sono cresciuto con i testi di Bersani e per me è un onore stare con lui su quel palco. Il mio modo di scrivere arriva da lì, anche se tutti credono che i rapper ascoltino solo rap. Diciamo che ultimamente ci stiamo adeguando alla tradizione italiana”.

Per il futuro spiega: “Non credo che cambierà il mio modo di fare musica, perché essenzialmente faccio fatica a parlare di altro.”

Rosa Spampanato

Rosa Spampanato anni 37. Amante della scrittura. Articolista per M Social Magazine Articolista per il Quotidiano LaSicila Collaboratrice per il Magazine Cherrypress e per la testata locale Rivista Zoom Sezioni di Riferimento Cinema TV Musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *